Volkswagen ID.4 GTX: è quasi pronta! Ecco caratteristiche e prezzo

Pubblicato il: 29 Aprile 2021

Vi presentiamo il SUV elettrico e sportivo della casa tedesca da 299 cavalli.

ID.4 GTX è spinta da due propulsori, uno per asse, sincronizzati e coordinati per offrire una guida efficiente e una trazione integrale che possiamo definire intelligente. La batteria è quella più potente tra le tre “taglie” offerte dai modelli ID, ossia da 77 kWh effettivi (le altre due ne hanno 58 e 66). La potenza massima è di 220 kW, 299 CV, che il sistema è in grado di sprigionare in pieno per un massimo di 30″.

ID.4 GTX – Presentazione

Con queste caratteristiche la GTX accelera da 0 a 100 km/h in 6,2 secondi e raggiunge la velocità di 180 km/h.

Secondo le dichiarazioni Volkswagen: “straordinario piacere di guida a zero emissioni di CO2 per tanti clienti dai profili diversi”.

La batteria al Litio contiene 77 kWh e permette autonomie fino a 480 km (WLTP) e il caricatore in continua da 125 kW permette di affrontare i lunghi viaggi con una certa scioltezza grazie ai 300 km recuperabili in mezz’ora.

La Volkswagen ID.4 GTX esteticamente si fa notare: è lunga 458 cm con un passo di 277. Spicca la plancia che sembra sospesa e non tocca la consolle centrale, mentre l’inserto del diffusore posteriore è verniciato in grigio galvanizzato. La plancia non ha tasti né interruttori fisici e il volante multifunzione gestisce il display della strumentazione da 5,3″, tutto touch. Lo schermo è da 10″ ma il pacchetto Infotainment Plus dispone di un display da 12″ e di head-up display con realtà aumentata. ID.Light, di serie, è una sottile striscia luminosa sotto il parabrezza che evidenzia informazioni utili.

La Volkswagen ID.4 GTX sarà disponibile a partire dalla prossima estate in Germania a partire da circa 50mila euro. Prevista, in futuro, anche una variante sportiveggiante forse con il badge “R” di ID.3. Nessuna informazione per quanto riguarda l’Italia ma crediamo sarà molto simile a quanto si vocifera per la Germania.

Secondo voi potrà avere successo anche in Italia?


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: