Volkswagen chiede scusa e paga la multa per il Dieselgate

Pubblicato il: 14 giugno 2018

Il produttore pagherà 1 miliardo di euro per lo scandalo emissioni: “Riconosciamo nostra responsabilità”.

La Volkswagen fa mea culpa e accetta di pagare la multa decisa dalla procura di stato di Braunschweig, in Germania. Il produttore tedesco dovrà sborsare 1 miliardo di euro in seguito allo scandalo sulle emissioni di cui è stato protagonista tre anni fa: “Volkswagen accetta la multa e riconosce le proprie responsabilità” ha comunicato la società in una nota, dove si legge anche che “secondo i risultati dell’indagine condotta dal pubblico ministero, le funzioni di monitoraggio sono state violate nel reparto di sviluppo del gruppo nell’ambito dei test sui veicoli”. Ricordiamo che Volkswagen è stata multata per “violazione nell’obbligo di supervisione” riguardo i veicoli con motore diesel.

Accettando di pagare la multa sul Dieselgate e assumendosi le sue responsabilità, Volkswagen si augura che le procedure nei confronti dei marchi del gruppo vengano chiuse e la società possa così guardare al futuro con ottimismo.

Volkswagen sta lavorando con impegno per chiudere i conti con il passato” ha affermato Herber Diess, il nuovo amministratore delegato, che ha aggiunto: “Sono necessari ulteriori passi per ripristinare gradualmente la fiducia nell’azienda e nell’industria automobilistica”.

La multa, nello specifico, consiste in 5 milioni di euro più 995 milioni di risarcimento per i vantaggi di cui la casa produttrice ha goduto per l’utilizzo di un dispositivo non legale che di fatto non controllava, come invece avrebbe dovuto, le soglie limite per le emissioni di gas nocivi. La sanzione dovrà essere pagata entro 6 settimane, spiegano dalla procura.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: