Pneumatici Michelin, vendite in netto aumento per le gomme di Bibendum

Le vendite Michelin sono aumentate nell’ultimo trimestre: risultato positivo per la casa di pneumatici francese di Bibendum

I risultati finanziari del primo trimestre del 2017 di Michelin sono davvero positive. Le vendite nette del gruppo di gomme francese infatti ammontano a 5,567 miliardi di euro, che significa un incremento del 9,9% rispetto all’annata precedente. Una crescita non solo attribuibile all’aumento del volume del 7,3%, grazie agli acquisti anticipati visti alcuni aumenti dei prezzi del settore minerario.

Anche le variazioni dei prezzi e del mix, hanno purtroppo ridotto le vendite nette dello 0,1%: ma si può dire che gli effetti sfavorevoli provocati dalle politiche di prezzo applicate nel 2016, pari a 49 milioni di euro, mentre il successo ottenuto delle linee premium e la conseguente ripresa del settore minerario ha influito positivamente per un totale di ben 46 milioni di euro.

Vendite Michelin: un impatto positivo pari al 2,5%

I vari effetti hanno portato un impatto davvero positivo pari al 2,5%, dovuto anche al ribasso dell’euro. Ad influire sono state anche la variazione del perimetro di consolidamento, pare allo 0,1%, e il consolidamento sul mercato di BookaTable, acquisito nel dicembre 2015.

Le vendite Michelin nette ammontano a quasi 3,201 miliardi di euro, in questi primi tre mesi del 2017, con una crescita dello 10,5%. Numeri alti rispetto al passato dove Michelin ha fatto registrare ben 2,897 miliardi di euro dell’esercizio precedente.

Anche i volumi Michelin riguardo il segmento autovettura sono aumentati dell’8%. Solo 5% hanno fatto registrare i mercati globali. L’effetto mix invece si è mantenuto favorevole con un aumento del 31% delle vendite di prodotti che vanno dai 18 pollici in su, ma anche grazie al grande successo ottenuto delle gamme CrossClimate e Pilot Sport 4S.

Bene anche le vendite del segmento pneumatici camion, con il primo trimestre che ha fatto registrare ben 1,518 miliardi di euro, una crescita del 6,1% rispetto ai 1,430 miliardi di euro registrati nell’esercizio precedente. Volumi che hanno avuto un aumentato del 3% nel trimestre, mentre nel mercato globale è cresciuto dell’8%, vista la forte domanda arrivata dalla Cina.

 

Per l’intero anno, la casa di pneumatici francese ha confermato i propri obiettivi di crescita del volume che vanno in linea anche con quello che è il mercato globale. I proventi operativi che derivano anche dall’attività ricorrenti uguali o superiori al 2016 e i vari tassi di cambio costanti e il flusso di cassa strutturale di oltre 900 milioni di euro.


Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone