MotoGP, in Spagna rubata la tuta di Valentino Rossi (VIDEO)

Pubblicato il: 14 giugno 2018

Tuta Valentino Rossi rubata in Spagna: il fatto è accaduto La Coruña il 12 maggio scorso nello store ufficiale della Yamaha

Nonostante il suo ultimo campionato del mondo lo abbia vinto ormai nove anni fa, Valentino Rossi resta ancora il pilota italiano ad avere una schiera di seguaci che lo idolatra. Uno però non si è lasciato scappare un occasione, prontamente colta a volo. Infatti un tifoso a praticamente la tuta da corsa che il pilota pesarese aveva usato nei test del Gran Premio del Qatar nel 2017. Si tratta dell’annata in cui il Dottore sali sul gradino più basso del podio.

Il fatto è accaduto lo lo scorso 12 maggio, a La Coruña, nelle nuove strutture del distributore ufficiale Yamaha in tutta la provincia: Manell Motor. Il locale commerciante spagnolo esibiva la tuta di Valentino Rossi lo scorso febbraio, proprio in concomitanza dell’apertura della sua nuova struttura. Un particolare cimelio di un certo valore per attirare l’attenzione dei potenziali clienti. Una tuta che la Dainese, aveva dato loro temporaneamente prima di essere riportato in Italia nel giro di poche settimane.

Tuta Valentino Rossi, il ladro immortalato dalle telecamere

Come si vede nelle immagini scattate dalle telecamere di sicurezza, il ladro con dei guanti bianchi, scarpe sportive blu e la faccia coperta da una giacca a vento, intorno alle 23.36 arrivato a bordo di un motorino per la consegna delle pizze – anche questo rubato qualche minuto prima- con una mazza ha prima  frantumato il vetro dell’ingresso, e attraverso un buco della misura giusta è entrato. Dentro il locale ha sottratto la tuta da corsa dall’interno posta sul suo supporto in metacrilato, prima di scappare: operazione durata pochi minuti.

A bordo del Piaggio Zip 50 cc e senza un casco, il ladro è riuscito a scappare con il cimelio che pesa 60 chili. Pezzo di un certo valore, indossato da Valentino Rossi che aveva, per fortuna un assicurazione del valore di 25.000 euro. Una tuta che aveva anche un numero di serie inciso sulla cerniera, il numero 7 della stagione 2017. Dettaglio questo che gli conferisce un valore aggiunto, e che si aggiunge al fatto che la tuta è di pelle ufficiale, con airbag, sistema interno per bere acqua e le patch di tutti gli sponsor. Al momento l’indagine è ancora in corso, con gli inquirenti che sospettano che vi sia dietro un collezionista. Riguardo l’accaduto il manager della Manell Motor ha dichiarato: “Sicuramente doveva essere un professionista. Per farlo così rapidamente, creso che sapesse benissimo quanto valesse quella tuta”.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: