Tesla Model Y: il Suv è pronto per entrare in produzione

Pubblicato il: 10 Gennaio 2020

Elon Musk ha svelato alcune novità del marchio, che inizierà prestissimo a produrre il Suv elettrico.

Lo sviluppo di Tesla sembra ormai inarrestabile. Dopo la presentazione del Cybertruck ora il marchio di Elon Musk comunica le ultime novità. In una conferenza infatti il numero uno di Tesla ha spiegato gli sviluppi della Gigafactory di Shanghai. Non solo: sono state consegnate, in anticipo rispetto agli accordi, le prime Model 3 fabbricate in Asia e il programma di produzione delle Model Y è stato aggiornato.

Insomma la fabbrica cinese sembra procedere verso un regime di massima produzione con circa 28 unità all’ora (ma l’obiettivo è quello di arrivare a 3mila esemplari a settimana). Una reazione concreta alla crescente domanda di mercato che sta mettendo Tesla nelle condizioni di produrre sempre di più. Non ultimo infatti l’annuncio della costruzione di una nuova Gigafactory vicino Berlino, che si occuperà del mercato europeo. In Germania saranno con tutta probabilità prodotte anche batterie e motori, oltre a nuovi modelli ancora top secret. La fabbrica sarà completata nel 2021 e inizierà a produrre le Tesla Model Y. Poi sono previste altre fasi per la realizzazione di un impianto di produzione di batterie e delle altre catene di montaggio. Una volta a regime, la Gigafactory tedesca potrà produrre 500mila veicoli all’anno e darà lavoro a 10mila dipendenti.

Anche la richiesta in Cina è molto elevata, soprattutto di Model 3, e Musk ha quindi deciso di offrire l’auto a un miglior prezzo. Se all’inizio la berlina elettrica era in listino a 355.800 yuan (46mila euro), ora la si può acquistare a 323.800 yuan (41.700 euro). Se la Model 3 è praticamente in fase di consegna i tempi si dilungano per la Model Y, il Suv di Tesla. L’inizio della produzione avverrà tra pochi mesi – sia negli Stati Uniti che in Cina – e la filiera produttiva è stata ottimizzata e velocizzata.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: