Solo auto elettriche in Francia: dal 2040 addio alle auto diesel e benzina

Il Governo francese ha annunciato che dal 2040 bloccherà la vendita di auto a combustione interna. Saranno ammesse alla circolazione solo auto elettriche.

La Francia compie un grande passo verso il futuro. Il Ministro dell’Ambiente Nicolas Hulot ha infatti annunciato pubblicamente che il Paese seguirà il “piano per il clima” e che dal 2040 saranno messe al bando tutte le auto che si alimentano con benzina o gasolio. Tra poco più di 20 anni dunque saranno ammesse alla circolazione sulle strade francesi solamente autovetture elettriche.

Hulot ha sottolineato che saranno previsti degli aiuti per le famiglie a basso reddito che vorranno acquistare auto “green”:accelereremo gli aiuti per l’acquisto di auto meno inquinanti per le famiglie a basso reddito” ha detto.

La decisione è in piena linea con il programma del nuovo Governo Macron, che mira ad un Paese a “livello zero delle emissioni di CO2” e che vuole strenuamente perseguire gli obiettivi fissati dal Cop21, ovvero quelli della Conferenza di Parigi sul clima del 2015.

La Francia diviene così il terzo Paese del Vecchio Continente a prendere una decisione simile, dopo Paesi Bassi e Norvegia, che si sono prefissati l’obiettivo di dire addio alle auto a combustione interna entro il 2025. Inoltre anche Germania e India hanno programmi simili, da completare entro il 2030.

Come ha affermato lo stesso Hulot si tratterà di una vera e propria “rivoluzione”, che sarà supportata tra l’altro dai produttori del gruppo PSA, Peugeot-Citroën e Renault, che saranno “perfettamente in grado di affrontare questo difficile percorso” ha detto il Ministro.

La decisione del Governo francese arriva appena qualche giorno dopo l’annuncio di Volvo, che dal 2019 ha dichiarato che tutti i suoi nuovi modelli saranno dotati di un motore elettrico, una scelta senza precedenti per un produttore automobilistico, a testimonianza del fatto che i tempi stanno ormai cambiando, e che il futuro sarà sempre più “green” e ad emissioni zero.


Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

TAG: