Sicurezza pneumatici: previsti 10mila controlli della Polstrada

controllo-pressione-pneumatici

Pubblicato il: 4 maggio 2018

L’iniziativa è stata promossa per cercare di diminuire il numero di incidenti sulle strade italiane.

Gli pneumatici sono un elemento fondamentale per la nostra sicurezza. Sono l’unica cosa che collega l’auto all’asfalto e il loro benessere è di vitale importanza per viaggiare al meglio della sicurezza e del comfort. Per questa ragione la Polstrada ha previsto 10mila controlli nella strade italiane atti a verificare l’usura del battistrada, l’effettiva omologazione delle gomme, il rispetto delle misure degli pneumatici in base a quanto indicato dal libretto di circolazione e l’eventuale presenza di tagli e danni. Si tratta infatti di “problemi che potrebbero determinare il cedimento strutturale del pneumatico, mettendo a rischio l’incolumità di chi si trova a bordo del veicolo” ha spiegato Fabio Bertolotti, direttore di Assogomma, che partecipa alla campagna insieme a Polstrada.

Gli incidenti sulle nostre strade sono ancora troppi e per tentare di limitarli c’è bisogno di una massiccia campagna di informazione, sensibilizzazione e controllo: secondo l’Istat infatti nei primi 6 mesi del 2017 i decessi sulle strade italiane sono aumentati dell’8,2% nonostante si sia registrato un -4% negli incidenti e un -4% nei feriti: “Occorre un maggiore impegno, gli incidenti stradali non piovono dal cielo, ma si verificano. Ci vuole più informazione” sottolinea Giovanna Busacca, direttore del Servizio di Polizia Stradale. Le cause degli incidenti sono sempre le stesse: alta velocità, distrazione alla guida e scarsa manutenzione degli pneumatici. Ecco perché è di vitale importanza tenere sempre sotto controllo la salute delle gomme: quando sono troppo lisce o danneggiate, sono montate in maniera scorretta, non sono alla giusta pressione, la possibilità di avere un incidente è sensibilmente maggiore.

La Polstrada controllerà, fino al prossimo 31 maggio, gli automobilisti di Veneto, Lombardia, Molise, Abruzzo, Liguria, Lazio e Umbria.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: