Seggiolini anti abbandono: scatta l’obbligo. Si studiano agevolazioni fiscali

Pubblicato il: 8 Ottobre 2019

Il nuovo decreto è diventato attuativo: ora i seggiolini emetteranno un suono quando il bambino rimane in auto. Il sistema sarà collegato allo smartphone.

I seggiolini anti abbandono diventano obbligatori. Dopo un tortuoso iter legislativo, finalmente la norma salva bebè diventa attuativa. I seggiolini anti abbandono sono speciali seggiolini per bambini fino a 4 anni che emettono un suono simile a un “beep” ricordando al conducente la presenza del piccolo a bordo. Un sistema preventivo che impedirà così tragiche notizie di cronaca come in passato. In tutto il mondo infatti sono aumentate notevolmente le morti di bambini dimenticati sui seggiolini dai loro genitori, a causa soprattutto del caldo rovente. Anche in Italia vi sono stati 9 casi complessivi, l’ultimo a Catania, quando un padre ha lasciato il suo bimbo in auto, per 5 ore al sole, a causa di una incredibile dimenticanza.

I seggiolini di nuova generazione saranno connessi allo smartphone e manderanno un segnale al conducente prima che questo possa uscire dal veicolo. Impossibile dunque dimenticarsi di avere con sé un bambino a bordo.

La legge sull’obbligatorietà del seggiolini anti abbandono, approvata lo scorso anno, era entrata in vigore alla fine del 2018. Vi era però un rimando riguardo alle caratteristiche tecniche che ha dilungato notevolmente la normale procedura. La legge infatti è stata firmata nel gennaio 2019 ma è stata richiesta l’approvazione della Commissione Europea. Quest’ultima ha bocciato il testo che è stato quindi riscritto per essere compatibile con le norme europee. Dopo il nuovo ok di Parlamento, stavolta l’UE ha dato parere favorevole. L’iter legislativo è quindi concluso, ora manca solo l’ufficializzazione sulla Gazzetta Ufficiale ma è questione di giorni. Lo Stato sta anche pensando ad agevolazioni fiscali per l’acquisto dei nuovi seggiolini.

In considerazione dell’importanza di questi dispositivi volti a scongiurare eventi tragici come quelli accaduti negli ultimi anni – si legge in una nota ministeriale – sono allo studio modalità per attuare l’agevolazione fiscale prevista per favorirne l’acquisto ed incrementare le relative risorse“. Soddisfazione bipartisan dalle forze politiche per l’”atto conclusivo di un provvedimento che vede anni di strenue battaglie da parte nostra” come ha spiegato Deboradh Bergamini, vicepresidente della Commissione Trasporti alla Camera.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: