Seggiolini anti-abbandono, la Camera dei deputati approva il disegno di legge

Pubblicato il: 8 agosto 2018

Seggiolini anti-abbandono: arriva l’OK della Commissione Trasporti alla Camera e si attende il passaggio al Senato

Buone notizie per il Ministro delle Infrastrutture  Danilo Toninelli, la Camera dei Deputati ha approvato ieri la proposta di legge “salva bebè, primo step che consentirà di rendere definitivamente obbligatoria la presenza di dispositivi anti-abbandono all’interno delle autovetture.

Qualche tempo fa il Ministro aveva reso noto che tra le sue priorità vi fosse il necessario intervento sul Codice della stada, con particolare attenzione all’art. 172 comma 4 che regola l’impiego dei sistemi di sicurezza ai quali appartengono i seggiolini, onde porre un freno al preoccupante fenomeno che negli ultimi anni ha registrato numeri di non poco conto.

Sebbene il testo del disegno di legge dispone che l’obbligo dovrà scattare entro il 1 luglio 2019, per la sua effettività bisognerà attendere ancora un po’. Successivamente al passaggio del testo in Senato, occorrerà aspettare il decreto ministeriale che definirà nel dettaglio le caratteristiche dei dispositivi idonei.

Seggiolini anti-abbandono, per le agevolazioni fiscali dovrà attenderesi la Legge di Bilancio ma il Codacons tuona: “allarmi sonori e sistemi automatici di climatizzazione dell’abitacolo direttamente sulle autovetture”

Bisognerà attendere la Legge di Bilancio per avere chiara la situazione sotto il profilo dei promessi incentivi fiscali. “Penso che lo Stato interverrà con una detrazione fino a 200 euro“, aveva detto il Ministro Toninelli ai microfoni di Radio 24, una misura imprescindibile per andare in contro alle famiglie se si considera che i dispositivi anti-abbandono posso costare dai 150 ai 350 euro.

In Commissione Trasporti il sottosegretario Michele Dell’Orco ha ribadito l’impegno del governo nella presentazione di una proposta per l’istituzione di un Fondo ad hoc che consenta l’introduzione dell’agevolazione fiscale.

Serie le perplessità avanzate dal Codacons a proposito della misura annunciata da Toninelli, il presidente del Coordinamento delle associazioni a tutela degli utenti e consumatori Carlo Rienziessa ha chiarito che essa comporterà inevitabili costi per le famiglie a fronte di futuri sgravi fiscali ancora indefiniti e che comunque non coprirebbero totalmente la spesa.

Da tempo chiediamo misure contro l’abbandono dei bambini in auto, esso tuttavia deve essere fissato nei confronti delle case automobilistiche, prevedendo allarmi sonori e sistemi automatici di climatizzazione dell’abitacolo direttamente sulle autovetture“. Quando si fissa un obbligo si devono prevedere inevitabilmente tutele per le famiglie, ribadisce il presidente del Codacons, secondo cui i seggiolini dovrebbero essere “totalmente gratuiti per i genitori, anche allo scopo di evitare ignobili speculazioni sull’esigenza di tutelare i bambini“.

 


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: