Roma, il comune combatte le buche: provato un asfalto sigillante

buche-stradali

Pubblicato il: 12 giugno 2018

Buche Roma pronte ad essere coperte da un particolare asfalto sigillante che il comune capitolino sta sperimentando in questi giorni

Le Buche Roma sono pronte ad essere combattute. Questo grazie ad una nuova strategia del Comune della capitale. Criticata per le sue strade dissestate e che hanno portato a numerose proteste da parte dei cittadini, ma anche a quelle dei ciclisti del Giro d’Italia, sono pronte a sparire. Almeno è quello che si augura la giunta comunale che ha deciso di tentare una nuova strategia per cercare di sistemare il manto stradale. Partirà infatti nelle prossime settimane, in alcuni municipi, la sperimentazione della gilsonite.

Si tratta di uno speciale materiale che dovrebbe agire da sigillante soprattutto per quanto riguarda l’asfalto conferendo una maggiore resistenza allo stesso. In più dovrebbe essere capace di mantenere il buono stato delle vie della capitale soprattutto se sottoposte alle intemperie. Una scelta che  ha dato vita a reazione contrastanti sia dal punto di vista sociale che politico visto che i lavori inizieranno in alcuni municipi che sono prossimi alle elezioni.

Buche Roma, sperimentato un asfalto sigillante di glisonite

La Sindaca Virginia Raggi si è detta molto soddisfatta di questa scelta ma soprattutto si è detta favorevole alla sperimentazione della nuova tecnica che è stata utilizzata in diversi aeroporti e soprattutto negli Stati Uniti. Una scelta anche per cercare di sistemare quello che si rivela una piaga della città ed un problema importante, causa di diversi incidenti stradali che negli ultimi mesi scatenando grandi critiche da parte dei cittadini della capitale.

Nel caso in cui i test apportati sulle strade selezionate saranno positivi, i lavori ssaranno operativi anche anche su altre strade della città. Il Campidoglio ha già annunciato che il nuovo materiale innovativo che sarà utilizzato per coprire le Buche di Roma come ‘un’emulsione cationica colloidale, legante e sigillante, a base di Gilsonite e diluibile con acqua’. Si lavora quindi per sistemare il problema che negli ultimi mesi è stato al centro di diverse polemiche con i cittadini che hanno attaccato il Comune tramite lettere e post sui social.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: