Rivoluzione in Formula 1: il giro veloce in gara assegnerà un punto!

Pubblicato il: 13 Marzo 2019

Dalla prossima stagione chi sarà il più rapido in pista ed entrerà nelle prime dieci posizioni, muoverà la classifica del Mondiale.

Se ne è parlato tanto negli ultimi anni ma adesso è ufficiale: in Formula 1 il giro veloce in gara assegnerà un punto bonus. L’unica piccola regola è che si deve concludere la gara almeno nelle prime dieci posizioni. Questa clausola è pensata per evitare che le vetture in coda cambino gomme negli ultimi giri per muovere la propria classifica.

Il provvedimento è stato accettato all’unanimità da tutto lo Strategy Group e dalla F1 Commission, inoltre è stato approvato, durante il Salone di Ginevra 2019, dal Consiglio Mondiale della FIA. Non si tratta di una novità assoluta, infatti questo bonus era già presente dal 1950 fino al 1959 e sarà reinserito nella prossima stagione di Formula 1.

“Quante volte abbiamo sentito i piloti via radio chiedere al team chi avesse il giro più veloce? Adesso non sarà più solo una questione di record, ci sarà una vera motivazione che renderà il finale di gara più interessante” ha affermato Ross Brawn. Come sempre tutta l’attenzione è spostata sul rendere più avvincenti le corse, visto che spesso nei giri finali le posizioni sono già consolidate. Con l’inserimento di questo bonus, saranno ben 21 i punti in più per la classifica piloti e costruttori.

Nello scorso campionato è stato Valtteri Bottas ad avere più giri veloci (7), seguito da Daniel Ricciardo (4) e Sebastian Vettel (3). La situazione cambia per i piloti in attività: a comandare la classifica generale ci sarebbe Kimi Raikkonen con 46 giri veloci, seguito da Lewis Hamilton (41) e Vettel (36), mentre Michael Schumacher è il primo di tutti i tempi con 77 record in gara.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: