SBK, morte Hayden: chiesto il risarcimento del danno per omicidio

Risarcimento omicidio Hayden: la famiglia del pilota statunitense vuole giustizia, ma decisiva sarà la perizia per capire la dinamica dell’incidente

E’ ancora vivo il dolore per la scomparsa di Nicky Hayden, il centauro della Superbike che lo scorso 17 maggio rimase coinvolto in un brutto incidente, prima di morire all’Ospedale di Rimini dopo alcuni giorni di coma.

Dopo due mesi dal triste evento, oggi la famiglia del pilota statunitense ha deciso di chiedere risarcimento al ragazzo proprietario della Peugeot 206 CC che travolse Kentucky Kid portandolo alla prematura morte.

Secondo quanto riportato quest’oggi dal quotidiano ‘Il Resto del Carlino‘, la famiglia del giovane pilota ha inviato la lettera con la richiesta danni all’automobilista, un 30enne di Morciano, chiedendo un risarcimento danno per omicidio.

Risarcimento omicidio Hayden: decisiva sarà la perizia

Un ulteriore brutta notizia per il giovane conducente che nell’incidente a Misano del 17 maggio che portato alla morte l’ex campione della Motogp, tanto da essere indagato per omicidio stradale. A stabilire però il possibile risarcimento del danno sarà la perizia.

Infatti solo in seguito ai risultati della perizia disposta da la Procura di Rimini ed affidata a Orlando Omicini, in merito all’inchiesta sulla morte Hayden sarà deciso il risarcimento del danno: bisognerà stabilire se il pilota americano, in sella alla sua bici, abbia dato la precedenza al 30enne di Morciano.


Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

TAG: