Pure H, la supercar svizzera prona sfidare le grandi case

Pubblicato il: 11 settembre 2018

La Pure H, presentata al Grand Basel, è la nuova supercar della casa svizzera fondata da Renè Schmidli: l’obiettivo è quello di competere con le principali case di auto di lusso

Durante il Grand Basel, in tutta la sua bellezza è stato presentato il nuovo progetto riguardante la Pure H. Si tratta di una supercar dotata di un motore V8 biturbo in grado di sviluppare ben 900 CV e ottenere delle prestazioni in linea con le rivali più blasonate. La vettura creata dalla casa elvetica di Renè Schmidli, ha come obiettivo quello di inserirsi tra le più famose supercar, puntando tutto su design e lusso.

Sono molto lieto di poter partecipare alla prima della fiera ed offrire un arricchimento agli amanti delle auto sportive che hanno un forte senso estetico”, queste le parole del creatore della PURE H. Il modello in scala 1:4 della Pure H, è stato esposto all’evento di Basilea. Si tratta di una supersportiva a motore centrale che vuole conquistare chi cerca qualcosa di ancora più esclusivo rispetto alle “solite” Ferrari o Lamborghini.

Pure H, linee pulite e tanta potenza per la supercar svizzera

Semplici forme pulite per la supercar elevetica, che non mostra dettagli aerodinamici rilevanti. Un cofano corto, dei fari moderni ma molto semplici, due grossi scarichi verticali in posizione centrale nel fascione. In classico stile McLaren la plancia, che è composta da una sottile consolle inclinata. Qui è posto il tasto per l’accensione e una rotella per selezionare la modalità di guida.

Per il momento non si conosce molto della Pure H. Quello che è certo è che avrà un motore V8 biturbo da 900 CV, il cui rapporto fra peso e potenza sarà di 1,6 kg/CV. Molto leggera la vettura, visto che il peso dovrebbe aggirarsi intorno ai 1.450 kg grazie ad un telaio in fibra di carbonio. La velocità massima (345 km/h) e l’accelerazione da 0 a 100 km/h (3 secondi) saranno in linea con le migliori rivali. Al momento non è chiaro se e quando la Pure H sarà ordinabile.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: