Haas F1 2019, svelata a Londra la livrea della monoposto

Pubblicato il: 7 Febbraio 2019

Presentazione colori Haas F1 2019 che si è svolta alle 12 di oggi in diretta dal Royal Automobile Club di Londra con il team che ha reso noto la colorazione della livrea 2019 della Haas.

Presentazione colori Haas F1 2019

Presenti i due piloti ufficiali Romain Grosjean e Kevin Magnussen che hanno hanno tolto i veli alla vecchia VF18 che presenta però un tocco di futuro.Come preannunciato dal tweet apparso domenica scorsa non ci sarà più il grigio che spiccava sull’auto americana nelle sue prime tre stagioni. Adesso si fa spazio ad un elegante total black spezzato da qualche graffio d’oro specialmente nell’area del musetto.

Il motivo ovviamente è la firma con Rich Energy, produttore inglese di bevande energetiche. “Con questa partnership puntiamo a battere la Red Bull in pista e sul mercato“, ha dichiarato il responsabile dell’azienda William Storey. “Sembra bella aggressiva“, ha invece esordito il driver danese. “Sarà eccitante prendere parte ai test e vedere come siamo messi“.

Presentazione colori Haas F1 2019

Pur trattandosi dell’auto dello scorso anno abbiamo inserito la nuova ala anteriore. Come si può notare sembra un po’ più semplice rispetto ai precedenti modelli, ma comunque ha richiesto molto lavoro da parte dei tecnici. La speranza è di partire spesso dalla pole position, altrimenti faremo affidamento sulle nuove regole che dovrebbero portare ad avere più sorpassi. Da parte nostra abbiamo fiducia. Sappiamo che la F1 sta tentando di migliorarsi“, ha invece analizzato il ginevrino.

Chide il team manager Gunther Steiner. “Per ora è difficile fare previsioni, non sbilanciandosi circa il futuro della monoposto.  “Il target è se non arrivare più avanti, almeno replicare quanto ottenuto nel 2018. Personalmente sono ottimista. In questo sport per progredire occorre legarsi ai giusti sponsor. Rich Energy è uno di questi, dunque ci auguriamo di fare passi avanti lungo il centro gruppo e che la nuova monoposto sia affidabile, ma soprattutto veloce“.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: