Porsche 911 Cabriolet: tanta tecnologia sulla nuova generazione

Pubblicato il: 9 Gennaio 2019

La Porsche 911 Cabriolet 2020 è l’ottava generazione del modello della casa tedesca. Sul rinnovato modello si possono contare dei nuovi contenuti tecnologici ma anche un aumento della potenza.

Porsche 911 Cabriolet 2020, c’è la funzione Wet Mode

La vettura sarà disponibile nelle versioni Carrera S e Carrera 4S che contano sui sistemi di assistenza alla guida. Tra questi spicca la funzione Wet Mode. Dal suo nome si intuisce che il sistema nasce per aiutare il conducende della vettura durante le situazioni di bagnato. La funzione ha il compito di rilevare la presenza di acqua sul fondo stradale. Subito dopo predispone i dispositivi di controllo allertando di conseguenza il conducente.

Spetterà poi al conducende, impostare la vettura nelle condizioni migliori per ottenere la giusta sicurezza. In che modo? Con il semplice un tasto o utilizzando la levetta di selezione modalità che è stata posta sul volante nel pacchetto Sport Chrono. Questa funzione Wet Mode sulla nuova Porsche 911 Cabriolet è di serie. Questa però non è l’unica nuova funzione. Svelati in anteprima mondiale sono anche gli altri sistemi di assistenza alla guida.

Porsche 911 Cabriolet 2019 ed i sistemi di assistenza alla guida

Il sistema di allerta e di assistenza alla frenata con telecamera, anch’esso di serie, rileva l’eventuale rischio di collisione con veicoli, pedoni e ciclisti e avvia all’occorrenza una procedura di allerta o di frenata d’emergenza. L’allestimento di serie è completato da un dispositivo di assistenza al parcheggio con telecamera per visione posteriore. Tra gli optional disponibili, invece, troviamo il sistema di visione notturna Night Vision Assist con termocamera.

Il cruise control adattativo con controllo automatico della distanza di sicurezza, la funzione stop and go e la protezione reversibile degli occupanti. Parlando sempre di tecnologia, ovviamente l’elemento distintivo della Porsche 911 Cabriolet è il tetto in tela, completamente automatico e con la possibilità di essere azionato anche in movimento fino a 50 chilometri orari. Il tetto si apre o chiude in 12 secondi e comprende un lunotto posteriore in vetro ed elementi strutturali in magnesio.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: