MotoGP, pneumatici Michelin: nessuna variazione di mescole per questa stagione

Pubblicato il: 12 marzo 2018

Non ci saranno variazioni circa le mescole degli pneumatici Michelin MotoGP per questa stagione; Taramasso annuncia: “Stiamo facendo quello che ci hanno chiesto i piloti”

La scorsa stagione il caso pneumatici ha tenuto banco tutta la stagione in MotoGP, con l’apice toccato quando durante il GP del Mugello, la Michelin, il fornitore ufficiale di gomme per i team della classe regina, decise di cambiare la carcassa della gomma anteriore. Per questa nuova stagione però non ci saranno variazioni in corso. Infatti secondo quanto annunciato dal responsabile di Michelin Motorsport, Pietro Taramasso la casa francese fornirà una lista di gomme disponibile per ogni Gran Premio, come auspicavano in tanti: “Stiamo facendo quello che i piloti e le squadre ci hanno chiesto di fare”. Una decisione che però non blocca lo sviluppo delle gomme che verranno presentate soltanto durante i test ufficiali IRTA.

Per l’80% le mescole che verranno utilizzate questa stagione saranno quelle dello scorso anno. Il restante 20 % sarà rappresentato dalla novità dovute a tre nuovi pneumatici che si aggiungeranno dopo le buone risposte ottenute nei test invernali. Se fino allo scorso anno, a seguito anche del suo ingresso in MotoGP al posto della Bridgestone, la casa francese decise di lavorare per fornire in tempi brevi le gomme migliori, da quest’anno ha deciso di concentrarsi sugli pneumatici già prodotti, permettendo ai team di concentrare maggiore attenzione su altri elementi della moto, sviluppandola al meglio.

Pneumatici Michelin MotoGP, Taramasso annuncia maggiore ‘Controllo di qualità’

Dove si riscontreranno maggiori problemi di usura gomme, ecco che Michelin ha deciso di fornire ai team delle nuove mescole 2018 che saranno più dure ottimizzando il problema. Saranno definitivamente 7 le mescole anteriori – tutte diverse – e 11-12 diverse mescole posteriori che verranno fornite durante i 19 round del campioneto. Oltre Barcellone e Silverstone che sono stati riasfaltati, maggiore attenzione è stata posta anche per il tracciato di Buriram. Test che si svolgeranno in Catalunya prima della gara ufficiale. Viceversa la situazione a Silverstone, con Piero Taramasso che ai microfoni di Crash.net ha annunciato: “Abbiamo un accordo con Dorna per portare quattro specifiche anteriori e quattro specifiche posteriori, per essere sicuri di avere quelle giuste”.

Michelin che ha deciso di porre maggiore attenzione anche sul ‘controllo di qualità‘ che nella scorsa stagione è stata accusata da qualche pilota. Per questa stagione, Pietro Taramasso ha promesso maggiore attenzione: “Stiamo lavorando in fabbrica, nel trasporto, per cercare di capire come questo influisca sulle gomme… Finora, abbiamo avuto un piccolo problema a Sepang, ma questo è stato solo un nostro errore, perché abbiamo lasciato alcune gomme dalla gara dello scorso anno nei contenitori del circuito e poi li abbiamo usati al test IRTA. Ma probabilmente la temperatura nel contenitore era salita troppo in alto e la gomma non era valida. Poi in Thailandia e in Qatar non abbiamo avuto problemi, quindi spero che continui così”.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: