Piaggio Free, ecco quali pneumatici montare

Piaggio Free

Qualche anno fa quando si compievano 14 anni e i genitori volevano regalare uno scooter 50 ai propri figli la scelta era già molto vasta. Fra queste però spiccava un modello davvero molto simpatico della nota azienda italiana, il Piaggio Free. Stiamo parlando di un scooter davvero molto piccolo, leggero e scattante adatto soprattutto al traffico cittadino. Il motore era un 2T, era quindi poco affidabile e consumava parecchio. Ma era anche amato da tutti perché modificarlo non costava davvero niente e anche un ragazzo di 15-16 anni poteva permettersi qualche piccola modifica semplice.

Piaggio Free, stile e motori

Il Piaggio Free è sempre uno scooter che ha brillato per prestazioni. La sua storia è iniziata nel 1999 quando fu presentato e ebbe sin da subito un successo incredibile. Il merito era anche il suo motore con ciclo otto a due tempi. Nonostante il 2 tempi è conosciuto per la sua “inaffidabilità” questo scooter non dava molti problemi al motore. Anzi, era sufficientemente affidabile anche per poter fare una gita fuori porta anche intorno ai 100 km senza problemi. Il motore era monocilindrico, quindi diciamo che i consumi erano abbastanza importanti, ma fortunatamente andava solo a benzina e non con la classica miscela al 2%.

La sua agilità era anche data dalle ampie ruote da ben 14″. Non erano ne troppo grandi ne troppo piccole (di solito in questa categorie se ne vedono anche di 16″). Questo assicurava un ottimo rapporto fra agilità e tenuta di strada. Ci si poteva un minimo divertire anche se ovviamente la velocità era di “soli” 50km/h. Il Piaggio Free era anche abbastanza sicuro. La ruota anteriore infatti era dotata di un freno a disco con dimensioni abbastanza importanti, e quindi anche nelle frenate di emergenza (senza cercare di bloccare) ci si poteva fermare in spazi ridotti.

Il Piaggio Free fu prodotto in due versioni, la seconda però non ebbe cambiamenti dal punto di vista estetico e del motore. Infatti la seconda versione aggiunse solamente il catalizzatore per le normative antinquinamento EURO 1. Dal punto di vista estetico il Piaggio Free era molto semplice. E soprattutto, nell’utilizzo dei comandi molto comodo. Questo perché era proprio un scooter studiato per la città e per essere agile e flessibile.

Piaggio Free, ecco quali pneumatici montare

La sicurezza del Piaggio Free per via delle ruote davvero grandi da 14″ era data sopratutto dagli pneumatici. Non sembra, ma alcuni quando hanno provato a dare tutto gas sulla rotaia del tram si sono trovati a terra. Questo perché il Piaggio Free ha una potenza abbastanza elevata rispetto ai classici motori 2T 50 cm cubici. Questo significa che le ruote non solo devono essere di qualità ma devono essere anche scelte in base al manto stradale che abbiamo nella nostra città.

Se viviamo infatti in città con un manto stradale “ben fatto” allora va bene anche spendere un po’ meno tanto sappiamo che l’asfalto ci aiuta nella frenata. Ma se abitiamo in una grande città, dove ci sono buche, pavé, rotaie e lastroni di cemento allora la scelta è diversa. Se sapete di andare a guidare spesso in città con asfalto non proprio il massimo meglio avere pneumatici diversi. Di solito, in questo caso si scelgono pneumatici soprattutto adatti alle piogge: hanno maggiore attrito e soprattutto una buona tenuta di strada. Nel caso invece guidate poco e sempre sull’asciutto, va bene anche fare economia.

Bisogna stare comunque attenti con il Piaggio Free. E’ molto leggero, e questo invoglia ad accelerare un po’ di più rispetto al solito. Ovviamente ad un certo punto bisognerà anche fermarsi, ecco perché la scelta delle gomme è molto importante. Noi vi consigliamo di prendere in considerazione:

Michelin M45

-A 90/80 14″
-P 90/80 14″

Michelin City Pro

A- 90/80 14″
-P 90/80 14″


Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

TAG: