Peugeot 308 GTi, arriva una nuova recluta nell’Arma dei Carabinieri

Pubblicato il: 15 dicembre 2017

In comodato d’uso gratuito arriva nel parco auto del corpo armato la nuova Peugeot 308 GTi Carabinieri: sarà utilizzata a Roma per le attività di pattuglia

L’Arma dei Carabinieri ha una nuova recluta nel suo corpo. Si tratta di una fiammante Peugeot 308 GTi, l’auto con l’animo sportivo della casa francese. La vettura è stata presentata durante una cerimonia che si è tenuta presso il parco del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri di Roma, dove Massimo Roserba, Direttore Generale di Groupe PSA Italia, e Salvatore Internullo, Direttore del Brand del Leone in Italia, ha difatti consegnato le chiavi nelle mani di Tullio Del Sette, Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri.

Una Peugeot 308 GTi Carabinieri che è stata consegnata in comodato d’uso gratuito: dimostrazione questa di come il Gruppo PSA, sia sempre più vicino ed inserito all’interno del mondo delle istituzioni italiano, confermando anche i numeri che vedono il gruppo francese partecipare molto all’economia del nostro paese: solo nel 2016 ha fatturato ben 2,7 miliardi di euro, risultando così tra le prime 90 realtà del nostro Paese. Tutto questo grazie alla sua attività, che vede la partecipazione di oltre 700 dipendenti ed altri 8.000 addetti sparsi nei 2.000 business partner.

Anche l’Italia però aiuta Peugeot, visto che il nostro paese risulta essere uno dei principali fornitori di componenti per il Groupe PSA (che con l’acquisizione di Opel, risulta essere il secondo gruppo automotive in Europa) con un totale di 430 milioni di euro raggiunti attraverso 82 aziende specializzate nei vari settori. Questo spiega la concessione gratuita della Peugeot 308 GTi all’Arma dei Carabinieri che per l’occasione veste la divisa: infatti la livrea è costituita dal classico blu istituzionale che viene interrotto dalla tradizionale “saetta rossa” che mette in risalto le forme della vettura francese. Presenti anche le scritte in bianco delle voci “Carabinieri” e “112” sulle fiancate, sul cofano motore e sul posteriore.

Peugeot 308 GTi Carabinieri, effettuerà servizio di pattuglia nella Capitale

La Peugeot 308 GTi Carabinieri si rifà alla versione base per quanto concerne il motore 1.6 THP capace di generare ben 272 cv di potenza. A questo si aggiunge anche la presenza di un impianto frenante dalle grandi prestazioni, formato da dischi da 380 mm per la parte anteriore, dei cerchi da 19″ pollici ed un differenziale autobloccante meccanico Torsen. Però sono presenti anche delle sostanziali differenze dalla versione civile.

La prima differenza è data dall’allestimento specifico realizzato dalla carrozzeria torinese NCT che consiste nella presenza di segnalatori luminosi a nano LED, dei supporti porta arma lunga con bloccaggio meccanico, un piano per scrivere totalmente illuminato che è stato ricavato nella cappelliera posteriore, dove sono state aggiunte due prese USB oltre che delle predisposizioni per i sistemi di comunicazione e sistema di scambio dati operativo ODINO.

La Peugeot 308 GTi Carabinieri sarà utilizzata a Roma, per tutte le normali finalità di radiomobile, compiti di pattuglia, per effettuare il controllo del territorio, servizi di scorta durante le cerimonie istituzionali, ma anche per degli interventi speciali come trasporto di organi e sangue vista la sua velocità data dal suo rapporto peso/potenza: la 308 GTi è capace infatti da passare da 0 a 100 km/h in soli 6 secondi netti.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: