Bugatti, possibile propulsore ibrido per la prossima hypercar

Pubblicato il: 13 settembre 2018

Motore ibrido Bugatti sulla futura hypercar: arriva la conferma da parte del CEO Bugatti Stephan Winkelmann circa l’assistenza elettrica sui motori

Il modo delle supercar dai motori ‘puri’ sembra destinato ad estinguersi molto presto. L’ausilio dell’elettronica sta invadendo sempre di più il mondo delle auto, toccando anche quello delle hypercar. Anche Lamborghini durante la presentazione dell’Aventador SVJ, ha dichiarato che la Super Veloce Jota sarà l’ultima a montare un motore V12 della sua lunga storia con un propulsore “puro”. Infatti l’erede della Aventador, avrà sempre un V12, ma sarà legato ad un sistema ibrido.

E’ stato Maurizio Reggiani, responsabile del reparto di ricerca e sviluppo di Lamborghini, parlando ai microfoni di Top Gear a dichiarare dell’ibrido sulla Aventador SVJ: “Questa è l’ultima volta che un V12 è rimasto solo. L’erede della Aventador godrà di un V12 aspirato. Tuttavia aggiungeremo un sistema ibrido per rispettare le normative riguardo a consumi ed emissioni. Può darsi che avremo anche un hybrid boost riservato alle prestazioni”. 

Motore ibrido Bugatti, anche la casa francese punta all’assistenza elettrica

Secondo le ultime notizie però sembra che Lamborghini non sarà sola. Infatti anche Bugatti,per ottenere maggiori prestazioni, punterà tutto sull’ibrido. Come? Producendo maggiori unità propulsive ibride. A confermarlo è stato Stephan Winkelmann, CEO di Bugatti, che in un’intervista a CarAdvice, subito dopo la presentazione della Bugatti Chiron Divo, ha parlato del famoso propulsore W16 8.0 quadriturbo capace di sviluppare ben 1.500 CV di potenza e 1.600 Nm di coppia massima.

Il motore W16 è un vero e proprio gioiello di ingegneria che però presto potrebbe andare in pensione. A riguardo Stephan Winkelmann ha dichiarato: “E’ davvero un motore incredibile e sappiamo che c’è sempre molto entusiasmo quando se ne parla. A tutti piacerebbe continuare ad averlo per sempre e a svilupparlo, tuttavia se vuoi rimanere al passo coi tempi con l’ultima tecnologia disponibile, allora è importante scegliere il momento giusto per cambiare”.

Motore ibrido Bugatti, giusto o sbagliato puntare sull’elettronica?

Parole che se da un lato non affermano nulla di concreto, dall’altro potrebbero indicare la tendenza di cui sopra ossia la possibilità che in futuro Bugatti possa ricorrere ad una sorta di assistenza elettrica per incrementare potenza e di conseguenza le prestazioni delle proprie hypercar.

Dopotutto, lo stesso Winkelmann, ha chiosato: “la gara verso potenze ancora più elevate non è ancora finita”. In tal contesto, l’ipotetico motore ibrido di una futura prossima Bugatti potrebbe godere dell’assistenza alla propulsione fornita da un motore elettrico, ma contestualmente dovrebbe contemplare anche un taglio a cilindri e turbo del nuovo motore.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: