MotoGP, Motegi: vince Pedrosa. Valentino splendido secondo davanti a Lorenzo

Pubblicato il: 12 ottobre 2015

Ogni domenica accade quello che non ti aspetti. Dopo un ottimo weekend dove Lorenzo era arrivato in pole e sembrava il favorito sulla pista di Motegi ecco che il destino ci mette lo zampino e tutto viene capovolto. Risultato: un rinato Pedrosa vince il Gran Premio del Giappone, secondo Valentino Rossi, terzo Jorge Lorenzo. Valentino guadagna così altri 4 punti sul compagno di squadra e si porta a +18 nel mondiale a sole tre gare dalla fine.

É stata la pioggia, ancora una volta, a rimescolare le carte, o meglio, prima la pioggia e poi la pista che si è andata asciugando. Le previsioni avevano previsto che il giorno della gara avrebbe piovuto, e così è stato, i piloti si sono attrezzati per fare una gara bagnata ma giro dopo giro l’asfalto di Motegi si è via via asciugato dando via, come ha detto Rossi, ad “un’altra gara”.

Alla partenza Por Fuera è stato un fulmine e si è subito messo al comando, prendendo vantaggio su Rossi e Dovizioso. In pochi giri lo spagnolo fa gara solitaria con tre secondi di vantaggio sugli inseguitori. Ma la pista va asciugandosi e le gomme delle Yamaha si consumano velocemente. Uno splendido Pedrosa, complici gli pneumatici della Honda che hanno resistito meglio, risale la classifica e arriva prima a sverniciare Rossi, poi Lorenzo. Ed è qui che il Dottore alza la china, si mette a tutta e va riprendere il suo rivale nel mondiale e lo passa, per un sorpasso fondamentale in ottica mondiale. Lorenzo arriva terzo, quasi una disfatta per una vittoria che sembrava destinata ad alimentare i suoi sogni di gloria. Quarto Marquez, quinto Dovizioso, sesto Crutchlow. Iannone ha dovuto far fronte al suo primo ritiro della stagione per un problema tecnico, Petrucci, “the rainman”, è scivolato quando era nelle retrovie.

I punti in palio fino al termine della stagione sono ancora tanti, è vero, perché in tre gare si può arrivare a racimolare ben 75 punti. I giochi sono aperti, apertissimi anzi, ma Rossi ha inanellato il 14° podio su 15 gare stagionali, una continuità disarmante, una cavalcata trionfante che sta portando il Dottore alla conquista del suo decimo mondiale. Solo Lorenzo può fargli lo sgambetto, e ce la metterà tutta, ma quest’anno Rossi, nei momenti che contano, è sempre stato impeccabile, concentrato, perfetto.

Non ci resta che assistere alle ultime tre palpitanti gare della stagione. Domenica prossima si corre subito a Philip Island, il 25 ottobre in Malesia. Che dite, ce la farà Rossi a mettere nel suo palmares il decimo titolo mondiale?

 

 

 

 

 

Ringraziamo Repsol Honda per l’immagine


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: