Mercedes Project One, la versione stradale della Mercedes W08 di Hamilton

Presentata a Francoforte, la nuova Mercedes Project One deriva direttamente dalla vettura della Formula Uno guidata da Lewis Hamilton

Una versione stradale della Formula Uno. Così si può riassumere la nuova Mercedes Project One, presentata nella serata pre-salone che Mercedes ha organizzato ad hoc per svelare il suo ultimo lavoro, a lungo pubblicizzato anche tramite Twitter da Lewis Hamilton.

Il pilota inglese ieri c’era ed ha partecipata alla presentazione di una delle supercar che più si avvicina ad una vettura F1. Si tratta di una coupè due posti, il cui powertrain associato al cambio deriva direttamente dalla vettura di Formula Uno della casa della stella a tre punte.

Prestazioni incredibili, visto che è in grado di regalare un accelerazione da zero a duecento in meno di sei secondi, raggiungendo ben 350 km orari, proprio come una vettura di F1. Dimenticate le vecchie supercar con linee aggressive, ma immaginate una vettura simile ad uno delle corse di Le Mans, dove con una potenza da F1 e una aerodinamica molto semplice su un telaio in carbonio, quelli di Mercedes hanno creato un modello unico.

Quello che hanno in comune la Mercedes W08 di Hamilton e Bottas e la nuova Mercedes Project One non è solamente il colore argento, ma il powertrain che come detto deriva direttamente dalla vettura che disputa il Campionato mondiale di Formula Uno. Motore ibrido V6 turbo da 1600 cc, trasmissione che è quella della monoposto, come lo sono anche l’alesaggio e lo stile di corsa, oltre gli interi componenti che sono stati mutuati dalla monoposto di Formula Uno.

Mercedes Project One, una Formula Uno adattata alla strada

Il motore ibrido – termico ed elettrico – è in grado di sviluppare 1000 cavalli di potenza, più di quella di Hamilton – la monoposto ne sviluppa 970/980 CV – vista la presenza di due motori: uno sull’asse anteriore e uno su quello posteriore che generano 120 kW. Quello termico sviluppa invece 700 CV – meno della monoposto della F1 – ma la differenza è data dai giri motore, che sulla nuova Project One garantisce stabilità, ma soprattutto perché questo motore usa la normale benzina e non quella speciale per la Formula Uno.

Anche layout del motore è quello della Formula Uno, introdotto da Mercedes e poi ripreso dagli altri team. Qui per la Project One la turbina è posizionata nella V del motore, visto che gli scarichi sono posizionati al centro. Il turbo compressore invece si trova all’estremo del motore, molto vicino all’aspirazione, dove è collegato alla turbina grazie ad un piccolo albero.

Qui c’è un motore elettrico di 90 kW, che produce 120 CV pronto ad alimentare il turbo-lag – si tratta del particolare ritardo che si ha nel momento in cui si accelera e i gas di scarico arrivano nella turbina – mentre circa la batteria al litio, questa riprende il progetto F1, ma è fatta di celle omologate per la circolazione stradale: la sua autonomia nella modalità elettrica è di 25 km.

Una vera e propria Formula Uno da strada, la nuovissima Mercedes Project One che sarà prodotta in duecento esemplari, tutti fatti a mano. Il suo prezzo? 2,275 milioni di euro, con il primo modello che sarà messo in vendita tra soli due anni.


Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

TAG: