Mercedes, emissioni diesel sotto accusa: richiamo in Europa per 690.000 veicoli

Pubblicato il: 23 agosto 2018

Mercedes emissioni diesel finiti nel mirino delle autorità: denunciati dispositivi illegali per la manipolazione dei dati delle vetture. Quali sono le vetture coinvolte?

La Kba, l’Autorità Federale dei Trasporti tedesca, ha avviato indagini per accertare la possibile presenza di dispositivi illegali su alcuni motori diesel della Mercedes Benz. L’anticipazione è stata riportata sul settimanale tedesco Der Spiegel, e poi ripresa dall’agenzia internazionale Reuters, che rende noto il possesso di KBA di prove di un comportamento illegale da parte di Mercedes.

La casa automobilistica tedesca è accusata di aver installato dispositivi elettronici. Questi infatti sarebbero capaci di falsare i dati sulle emissioni inquinanti. Mercedes si prepara così, a richiamare 690.000 veicoli diesel in Europa, di cui un terzo sul mercato tedesco. Sebbene la Casa ha fatto sapere di non aver ancora ottenuto informazioni ufficiali circa le indagini sulle proprie vetture, il CEO della Daimler, Dieter Zetsche, è atteso lunedì dal Ministro dei Trasporti.

Mercedes emissioni diesel, nuovo richiamo per l’azienda tedesca

Qui il ministro Andreas Scheuer, avrà un incontro dal quale si spera emergano maggiori dettagli. Il ministro tedesco ha minacciato di multare il gruppo tedesco per circa 3,75 miliardi di euro per lo scandalo. Scheuer, tenuto conto di quanto previsto dalla legge tedesca, può irrogare multe fino a 5 mila euro per ogni esemplare coinvolto. Mercedes si è detta immediatamente disponibile a riparare il software, pur continuando a negare qualsiasi illecito.

Mercedes era già stata colpita da richiamo tempo fa per il modello Vito, il cui incriminato motore 1.6 diesel era stato prodotto in collaborazione con Renault. Nel 2016, in Francia, le autorità competenti avevano accertato delle anomalie sullo stesso propulsore installato su veicoli della marca francese. Le accuse, a quel tempo, furono però tempestivamente respinte da Renault.

Mercedes, emissioni diesel sotto accusa: quali sono le vetture coinvolte?

Stando a Kba, i defeat device in grado di alterare i test sulle emissioni riguarderebbero principalmente i modelli come Classe C. In particolare questo defeat device dovrebbe riguardare le versioni C 180 d e C 200 d equipaggiate con il motore diesel da 1.6 litri, la Mercedes GLC, nella configurazione 220 d, ed alcune versioni non specificate della Classe S.

 In tutto 24 modelli, con una parte di queste presenti anche sul mercato italiano. Due anni e mezzo dopo che le autorità statunitensi hanno condannato Volkswagen per l’utilizzo di dispositivi per la contraffazione delle emissioni, il Dieselgate potrebbe causare gravi danni anche a Daimler.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: