MotoGP, Meda: “Valentino Rossi potrebbe ritirarsi nel 2019”

Pubblicato il: 27 luglio 2018

Meda ritiro Valentino Rossi che potrebbe, secondo quanto dichiarato dal noto giornalista, avvenire già a partire dalla fine del prossimo anno

Valentino Rossi con i suoi 39 anni, resta un pilota di alto livello che continua a lottare per le prime posizioni nel Motomondiale. Il centauro di Tavullia in questo campionato è stato in grado di conquistare ben 5 podi piazzandosi al secondo posto in classifica dietro il rivale di sempre Marc Marquez che nella classifica iridata guida a soli 46 – numero del ‘Dottore’ – punti dalla vetta.

Una stagione che però resta difficile visto che il Dottore non sembra aver trovato ancora la cura necessaria alla sua M1 che mostra numerosi problemi. Nonostante ciò, con il suo andamento costante Valentino Rossi è stato capace di portare a casa degli ottimi risultati. Questo però sarà uno degli ultimi tre anni utili per vincere prima di chiudere definitivamente la sua carriera, che però secondo un noto giornalista potrebbe terminare prima del previsto.

Meda ritiro Valentino Rossi, il Dottore potrebbe anticipare l’uscita di scena

Secondo quanto riportato da “Sky Sport”, il giornalista Guido Meda parlando del futuro della MotoGP, ha dichiarato: “Probabilmente alla fine del 2° di questi 3 anni potremmo anche aspettarci il ritiro di Valentino Rossi. Secondo me va un po’ messo nel conto. Poi magari non sarà così, a giudicare dal livello di competitività potrebbe non essere così. Ha una grande fame di vittorie e di una moto che funzioni bene”.

I passi avanti fatti da Ducati in questi ultimi 2-3 anni ci stanno consegnando una moto che sarà inevitabilmente buona anche per i prossimi anni e questo per noi è molto importante. Arrivano ulteriori piloti giovani dalle altre categorie come Mir. Credo che assisteremo alla crescita di Franco Morbidelli e penso anche che arriverà il momento in cui staccheremo le mele mature dall’albero, perché avremo portato dei giovani dalle categorie più leggere alla MotoGP“, ha poi concluso Meda.

 


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: