McLaren Senna, la superspotiva in onore del leggendario pilota

Pubblicato il: 11 Dicembre 2017

Per ricordare il compianto pilota brasiliano, ecco che la casa di Woking ha prodotto la McLaren Senna, una supercar che verrà prodotta in sole 500 unità

Una supercar potente firmata McLaren – forse una delle più potenti mai prodotte dalla casa inglese – per ricordare uno dei piloti più forti di sempre ovvero Ayrton Senna. Non possiamo sapere cosa avrebbe pensato il brasiliano circa la nascita di una vettura con il suo nome, ma siamo sicuri che con tutto il suo talento si sarebbe divertito a guidare in pista questa super sportiva da 800 cavalli della casa di Woking, un po’ come faceva quando guidava la sua MP4/4 nei Grand Premi di Formula Uno.

Sarà interamente prodotta all’interno della McLaren Production Centre di Woking, dove a partire dagli ultimi mesi del prossimo anno verranno solo 500 esemplari di questa esclusiva vettura che rientra nel programma Track22. Si tratta infatti del terzo modello della gamma Ultimate Series, già anticipato come progetto P15, che arriverà anche in Italia con un prezzo di 945.500,00 Euro (IVA inclusa), come indicato già dalla casa. Supercar con alte prestazione che può circolare anche in strada grazie all’omologazione per l’uso stradale. Prestazioni super che si ottengono anche grazie ad una dotazione tecnica e tecnologica, delle leghe leggere e dei materiali utilizzati per la realizzazione della McLaren Senna.

Il cuore pulsante si questa vettura è il motore V8 di 4.0 litri M840TR, disposto in posizione centrale-posteriore al quale i progettisti inglesi hanno abbinato una trasmissione doppia frizione e ben sette rapporti che possono essere cambiati direttamente dalle palette dietro al volante, ma anche grazie ad Active Dynamic Panel che offre dei programmi come ComfortSport e Track. Ben 800 cavalli e 800 Nm di coppia massima  di potenza che sono indirizzati verso le ruote posteriori, che rapportati ai 1.194 kg (2,64lbs) di peso della vettura – meno della McLaren F1 – garantisce un valore di 668 cavalli per tonnellata.

McLaren Senna, aerodinamica e non solo: occhio ai dettagli davvero esclusivi

Questo significa quindi delle performance elevatissime, visto che un scatto completato si ricava in soli 2,5 secondi con una velocità massima che è superiore ai 320 km/h. Per assicurare una buona tenuta ad alte velocità, ci sono gli pneumatici Pirelli P Zero® Trofeo R – pneumatici creati ad hoc per la vettura nelle misure 245/35/19 per l’anteriore e 315/30/20 per il posteriore (attenzione i modelli previsti per la McLaren Senna sono disegnati appositamente, ma quelli simili Pirelli potrete trovarli qui per l’anteriore e qui per il posteriore)  – che sono legati a una struttura Monocage III in fibra di carbonio – stretti parenti alla 720S – ma anche ad un nuovo sistema sospensivo adattivo, con il  sistema RCC II (acronimo di Race Active Chassis Control II). Per ottenere il meglio dalle gomme, ecco che l’utente può anche scegliere la modalità Race, esalta tutti i componenti appena descritti quando si decide di guidare la vettura direttamente sulla pista. A frenare gli 800 CV di potenza ci pensa un sistema carbo-ceramico, che si possono ammirare attraverso i nuovi e curati cerchi in lega ultra-leggera.

Le alte prestazioni arrivano anche dall’aerodinamica, che è frutto di un apposito studio non solo funzionale alle performance, ma anche per ottenere un risultato estetico davvero calamitante e rappresentativo di questa supercar davvero unica. Belle le prese d’aria frontali e soprattutto quella superiore, mentre i gruppi ottici proseguono quell’evoluzione estetica già intrapresa con la realizzazione della 720S. Ottimo il lavoro ottenuto plasmando la fibra di carbonio nella zona posteriore, mentre vi sono anche degli spazi trasparenti molto utili a lasciare intravedere l’abitacolo. Presente invece un design lineare dei gruppi ottici posteriori, con i terminali di scarico che sono sopraelevati belli da vedere insieme all’ampio alettone regolabile, ed il robusto estrattore sottostante. Tutti fattori che sono funzionali alla nuova McLaren Senna.

A completare il tutto ci sono poi gli interni dove sono presenti dei dettagli in fibra di carbonio insieme a delle sedute sportive rivestite in pelle o Alcantara®, marchiate con la S ossia l’iniziale del campione compianto. A questi si aggiunge oltre la strumentazione principale, un display del sistema infotainment che è disposto in modo verticale dove è possibile anche dare dei comandi fisici. Davvero speciale è il tasto di accensione che è situato nella parte alta dell’abitacolo, quasi in prossimità dello specchio retrovisore: una scelta questa che mostra un nuovo segno di distinzione per questa vettura davvero speciale, un po’ come la persona a cui la vettura è stata dedicata.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: