Mazda Skyactiv-X, il primo motore a benzina che consuma meno di quello diesel

Mazda Skyactiv-X sarà il primo propulsore a consumare meno di un diesel: rientra nel piano “Sustainable Zoom-Zoom 2030”

Uno dei primi progetti del piano a lungo termine denominato “Sustainable Zoom-Zoom 2030“, che ha l’obiettivo dell’elettrificazione, alla guida autonoma e tutto quello che riguarda l’auto del futuro, è pronto ad arrivare sul mercato.Infatti nel breve termine, il piano lanciato da Mazda è pronto a presentare un nuovo motore a benzina già nel 2019. Un propulsore davvero efficiente in termini di consumi, che si presterà anche ad applicazioni ibride sui modelli della casa giapponese.

Il motore in questione si chiama Mazda Skyactiv-X, è sarà il primissimo propulsore a benzina ad utilizzare il metodo di accensione a compressione, secondo il quale la miscela combustibile-aria si accende in modo spontaneo solo quando è compressa dal pistone.

Questo particolare motore utilizza la tecnologia Spark Controlled Compressed Ignition che mira a superare i problemi che hanno impedito negli anni passati la commercializzazione di motori a benzina ad accensione ad alta compressione: il propulsore in questione ora è capace di massimizzare la zona in cui è possibile l’accensione a compressione.

Un buon risultato, dopo anni di lavori per Mazda visto che questo nuovo motore riesce a combinare tutti i vantaggi dei motori a benzina con quelli dei motori diesel: situazione questa che porterà ad avere prestazioni ottime soprattutto in termini di efficienzapotenza e accelerazione.

Mazda Skyactiv-X, migliori performance e meno consumi

Con l’accensione per compressione ed una sovralimentazione utile a migliorare l’efficienza e alla risposta del motore, Mazda è riuscita ad incrementare la coppia, portandola dal 10 al 30% rispetto agli attuali motori SKYACTIV-G3 appartenenti al gruppo giapponese.

Con l’accensione a compressione invece si rende possibile una combustione super magra, portando a migliorare l’efficienza del motore sino al 20-30% rispetto alla SKYACTIV-G attuale ma soprattutto passare del 35 al 45% rispetto ai vari motori prodotti nel 2008.

Con il nuovo SKYACTIV-X benzina la casa giapponese ha dichiarato di ottenere dei risultati equivalenti se non addirittura migliori agli ultimi motori diesel SKYACTIV-D diesel soprattutto per quanto concerne in termini di efficienza del carburante.

Un’elevata efficienza, quella che raggiungerà questo nuovo motore, che permette una maggiore libertà nella scelta dei rapporti di trasmissione, ma soprattutto è in grado di garantire una maggiore economia di carburante e prestazioni di guida. Un ottimo progetto insomma, utile a rendere più performanti ed economici i motori benzina.


Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

TAG: