Mazda, pronto il debutto nel 2018 della prima vettura elettrica

Nel 2018 ci sarà la prima Mazda elettrica: ibride, elettriche e fuel-cell saranno le nuove vetture della casa giapponese che proporrà il primo modello sul mercato nel 2019

Tutto sembra essere pronto circa l’elettrificazione di Mazda. Infatti a partire dal 2018, l’intera gamma della casa automobilistica giapponese sarà completamente elettrificata. Il processo sarà molto lungo e l’aziende prevede una completamento attestarsi verso il 2035.

L’annuncio arriva direttamente dalla casa giapponese, durante Global Tech Forum di Francoforte. A differenza dei diretti competitor, Mazda va per la sua strada con un programma, un pochino più lungo, ma come sempre chiaro e irreprensibile.

Il piano prevede anche la produzione di auto Fuel Cell, ma il lato elettrico sarà toccato dai progettisti della Mazda in tutte le sue sfumature. Infatti i nuovi powertrain della casa nipponica, saranno sottoposti alla prova del mild hybrid, passando all’ibrido plug-In sino alle versioni completamente elettriche.

Mazda elettrica e non solo: arrivano i motori Skyactiv-X e Skyactiv-D

Il piano dei lavori, vede nel 2019 arrivare la prima Mazda dotata della tecnologia Mild Hybrid, ovvero di automobile dotata di batterie più piccole rispetto a tradizionali e che hanno dei costi inferiori. Rispetto alle ibride standard, questa purtroppo non potrà agire in modalità completamente elettrica. Nel 2018 verrà presentata la primissima Mazda al 100% elettrica, che però vedrà il suo approdo sul mercato solo a partire dal 2019, mentre dal 2021 nella gamma di Mazda, ci saranno anche le ibride plug-in.

Arriva quindi un avanzamento tecnologico, che però terrà conto anche dei normali motori. Infatti nelora nel 2019 verrà introdotto il motore Skyactiv-X, il primo motore che funziona con accensione per compressione. Si tratta di un propulsore benzina che consuma come un diesel: questo sarà in grado di fornire circa il 30% di coppia in più, ma è legato ad un risparmio del 20% nei consumi.

Per chi vuole un nuovo motore diesel, non si disperi visto che ci sarà l’approdo del nuovissimo Skyactiv-D che la casa giapponese ha annunciato per il 2020. Novità che però non si fermano alla sola motorizzazione, ma puntano anche alla guida autonoma. Ci sono in programma i primi test self drive: a partire dal 2020 sino al 2025, queste prove porteranno alla prima auto in grado di viaggiare senza pilota.


Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

TAG: