Manutenzione impianto GPL, ecco cosa c’è da sapere

Pubblicato il: 14 Maggio 2019

Manutenzione impianto GPL che è importante per tutti coloro che sono in possesso di un auto con impianto a GPL.

Manutenzione impianto GPL

Oggi attraverso una piccolo e interessante guida, vi indicheremo quello che c’è da sapere, costi della manutenzione del veicolo e le informazioni circa revisioni e tagliandi da fare sulle auto alimentate a gas. Tutte queste operazioni poi vanno svolte portando la macchina da officine competenti, nel rispetto del programma di controlli della vettura.

Manutenzione impianto GPL ordinaria

La manutenzione ordinaria di un impanto a GPL di norma ha prezzi abbastanza contenuti, ma comunque superiori a quelli di un’automobile alimentata a benzina. La manutenzione periodica va effettuata insieme al normale tagliando, seguendo le scadenze previste per la vostra macchina, in generale ogni 20mila chilometri circa. I costi dipendono dal modello di auto, mediamente oscillano da 50 a 100 euro in più rispetto alla spesa per un tagliando di un’auto a benzina. E’ infatti necessario controllare la presenza di eventuali perdite nell’impianto, la sostituzione di alcuni filtri e il controllo delle valvole del motore, effettuando eventualmente le opportune regolazioni.

Manutenzione impianto GPL straordinaria

E’ obbligatorio sostituire il serbatoio dell’impianto GPL ogni 10 anni, da calcolare dalla data di immatricolazione per le vetture che montano l’impianto Gpl di fabbrica e dalla data di collaudo per le installazioni con impianti di tipo aftermarket. Per quanto riguarda invece i costi, l’operazione di sostituzione del serbatoio GPL si aggira intorno ai 500 euro.

Tra i costi di manutenzione straordinaria ci sono inoltre l’eventuale revisione della testata del motore. Operazione decisamente costosa che può arrivare anche a 1000 euro. Gli impianti a GPL infatti possono portare a un incremento dell’usura delle valvole del motore; ecco perché è importante far controllare ed eventualmente registrare il gioco delle valvole durante i tagliandi. E’ inoltre consigliabile viaggiare periodicamente a benzina; operazione che aiuta a mantenere il motore in perfetta forma.

Manutenzione impianto GPL: la revisione auto a gas

Infine, la revisione obbligatoria per legge. Revisione che mantiene la stessa periodicità e gli stessi costi delle auto con alimentazione a benzina e diesel. Revisione dell’auto che va fatta, quindi, quattro anni dopo la prima immatricolazione della macchina e poi sempre ogni 2 anni.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: