Le Leggende della MotoGP: “Valentino Rossi deve continuare a correre”

Pubblicato il: 25 luglio 2018

Da Agostini a Stoner, passando per Schwantz a Roberts ossia le diverse leggende della MotoGP su Valentino Rossi: “Continua a correre nei prossimi anni”

Le ultime stagioni non sono state entusiasmanti per Valentino Rossi, ma in questa ancora in corso il ‘Dottore’ è tornato a divertirsi. Co i suoi 39 anni il pilota di Tavullia è al secondo posto dietro Marc Marquez che sembra non voler fermarsi e lasciare nulla in questo campionato. Come riporta MotoGP.com le diverse leggende della MotoGp  hanno parlato del numero 46 e sulla sua voglia di correre nonostante sia ormai ‘grande’.

Giacomo Agostini è stato il primo a parlare del ‘Dottore’: “Sulla decisione di Rossi è difficile dire qualcosa. Credo che gli piacciano le moto, la competizione e l’ambiente. Per un pilota è sempre difficile dire basta. A me è successa la stessa cosa, ho pianto per 3 giorni quando ho deciso di smettere. Lui è bravo e ancora veloce quindi non capisco perché dovrebbe smettere“.

Leggende della MotoGP su Valentino Rossi, le parole di Roberts e Schwantz 

Casey Stoner è dello stesso avviso di Agostini: “Tutti sappiamo che se Valentino continua ad allenarsi sarà di nuovo veloce. Non penso che ci sia un limite di età in MotoGP. Credo che se non hai grossi infortuni e ti diverti non c’è motivo di smettere”Kenny Roberts ha solo delle parole al miele per il pilota di Tavullia: Valentino Rossi non si può confrontare con nessuno. Non so come faccia ce l’ha nel sangue”.

Kevin Schwantz ha dichiarato sul pilota italiano: “Credo che abbia trovato un modo per essere sempre motivato. Quando arrivi a casa vuoi rilassarti e riposare, ma lui continua a lavorare. Credo che sarà ancora competitivo. Le nuove misure di sicurezza fanno correre più a lungo i piloti. Valentino è l’eccezione che conferma la regola, ma penso che anche le moto abbiamo esteso la carriera dei piloti“.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: