Lamborghini Urus, il primo SUV del Toro da 650 cavalli

Lamborghini Urus è il primo SUV della casa di Sant’Agata Bolognese, modello strategico che punterà a raddoppiare i volumi di vendita mantenuti alti da Huracan e Aventador

Lamborghini presenta Urus, il primo SUV della casa di auto sportive italiana che avrà il duro compito di aumentare i volumi di vendita, supportati dai modelli Huracan e Aventador della marchio di Sant’Agata Bolognese.

Saranno prodotte ben 3.500 unità all’anno. Numeri quelli riguardanti la produzione della Lamborghini Urus che da solo eguaglia la produzione delle due supersportive del Toro nel solo 2016: vista l’artigianalità richiesta vengono prodotte in media ben 5,5 Aventador al giorno, e ben 11 Huracan.

L’arrivo di Urus era già stato prospettato dall’Ad e presidente di Lamborghini, Stefano Domenicali che aveva dichiarato ai microfoni di Auto.it “La linea di montaggio sarà pronta per maggio, poi ci vorrà un anno per mettere il suv in produzione, quindi 2018″.

“Ormai il progetto è definito: avrà quattro porte, 4 o 5 posti e un motore V8 biturbo 4 litri da 600 cavalli. L’auto la faremo tutta in casa, eccetto il motore che arriverà dalla Germania. La Urus ci permetterà di raddoppiare la produzione”.

Lamborghini Urus: motore da 650 Cv prodotto interamente in Italia

Lamborghini che ha svelato alcune notizie riguardo Urus. Il primo SUV del Toro presenterà una potenza del motore biturbo di ben 650 cavalli. Ben 45 cavalli in più rispetto al motore V8 montato su Audi RS6 Avant Performance di Audi Sport dove è in grado di erogare già 605 CV di potenza massima. A seguire motorizzazione vi sarà anche un altra versione davvero inedita per Lamborghini, ovvero una variante plug-in hybrid .

Lamborghini Urus nato come detto per raddoppiare la produzione e i volumi di vendita del Toro, conserva lo stile della casa bolognese, ma sarà anche una vettura in cui si mescolano progetti futuri e investimenti da fare per decidere quali caratteristiche dovrà avere quella che sarà l’erede della Huracan.

Rispetto alla concept car che l’ha preceduta, in questa Urus spiccano delle novità come alcune linee che convergono verso i gruppi ottici anteriori con dei fari più ampi ma anche una fascia paraurti che presenta delle aperture più estese.

Lamborghini Urus che verrà presentata durante un evento presso la sede di Sant’Agata Bolognese, vedrà la sua produzione, che come detto sarà di circa 3.500 vetture all’anno, avvenire in Italia con la casa automobilistica che per l’occasione ha previsto l’espansione dell’impianto di produzione che procede a vele spiegate. Manca solo il reparto verniciatura per completare i lavori: un reparto dove ci sarà l’incremento di ben 200 addetti.


Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

TAG: