Lamborghini LM002, torna in vita il primo SUV della casa del Toro

In attesa di scoprire da vicino Urus, ecco che ritorna in vita Lamborghini LM002 il primo SUV di lusso che venne prodotto dal 1986 al 1992 dalla casa italiana

C’era un tempo in cui il segmento SUV era qualcosa di sconosciuto. Eppure qualche anno fa Lamborghini presentò un modello da inserire in questa categorie di vetture, sempre più in voga in questi ultimi anni. Infatti sono in tanti ad attendere il prossimo dicembre, mese in cui sarà possibile ammirare da vicino la nuova Lamborghini Urus, ma la casa automobilistica italiana aveva già lavorato e venduto un primo SUV tra gli anni ’80 e ’90.

Si tratta della Lamborghini LM002, modello unico nel suo genere, prodotto dal 1986 al 1992 in appena 300 esemplari, con il quale la Casa italiana è entrata nel segmento di SUV di lusso. In occasione dei venticinque anni dalla fine della sua produzione e per raccontare la sua storia, la casa del Toro ha deciso di riportarla in vita. Il Polo Storico Lamborghini ha infatti restaurato uno degli esemplari.

Lamborghini LM002, motore Countach Quattrovalvole e gomme Pirelli Scorpion

E’ stato restaurato e fatto tornare in vita l’esemplare del museo, con il suo telaio numero 12.231, un modello unico per la sua verniciatura nera che contrasta con gli interni di pelle color crema. Una vettura che soggiorna presso la galleria ufficiale dove l’imponente LM002 (visti i suoi 4,9 metri di lunghezza) sarà visibile sia su asfalto sia in fuoristrada. Il suo progetto che nasce dal settore militare degli anni ’70, con Lamborghini che produce due prototipi, LM001 e LMA, che fecero da apripista a questo modello.

La prima Lamborghini LM002 arriva nel 1986 con una versione di serie, sul quale è montato un motore V12 5,2 litri aspirato, che il SUV eredita direttamente dalla Countach Quattrovalvole che è capace di erogare ben 450 CV. Trazione integrale, differenziale centrale autobloccante e marce ridotte, permettevano a questa vettura di scalare anche con pendenze del 120%, quindi superiori a 50°, mentre con quel propulsore, su strada si garantivano delle prestazioni da vera sportiva: la sua velocità massima superava i 200 all’ora, tanto che la Pirelli, studiò un particolare tipo di gomme, sino a sfociare nella realizzazione del modello Scorpion. Fate largo, la Lamborghini LM002 è tornata!


Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

TAG: