La rivoluzione della ruota: fili metallici al posto dello pneumatico

Pubblicato il: 11 giugno 2018

È stata inventata dalla Nasa: si adatta a qualsiasi superficie in maniera perfetta.

La rivoluzione della ruota è iniziata: la Nasa ha infatti inventato un nuovo prototipo fatto di centinata di fili metallici al posto dello pneumatico. La rete flessibile e super elastica che ne deriva è in grado di adattarsi a qualsiasi superficie in maniera perfetta.

Come hanno affermato con soddisfazione dallo stesso Glenn Research CenterLa Nasa ha reinventato la ruota”. In effetti la novità è decisamente inedita, la ruota assume le caratteristiche di un materasso di gommapiuma e, in base alla superficie che attraversa, riadatta la sua struttura atomica donando così comfort e sicurezza alla vettura che si trova su roccia, su asfalto, su sabbia, etc.

Stiamo parlando di un grandissimo lavoro di ingegneria, frutto di anni di studio e ora in fase di test su una vecchia Jeep. Lo scopo della Nasa è infatti quello di mettere a punto un prodotto capace di supportare ingenti carichi di peso e soprattutto che riesca ad adattarsi con facilità ai terreni molto particolari della Luna e di Marte, luoghi dove l’agenzia spaziale ha in programma numerose missioni per i prossimi anni. Ma la nuova ruota fatta di fili metallici intrecciati potrebbe anche prestarsi, e molto bene, su terreni molto più vicini a noi visto che le sue prestazioni sono risultate ottime, finora, anche su strade sconnesse e superfici sabbiose. Proprio per tale ragione il prototipo è stato montato su una Jeep, in modo tale da poter testare le condizioni più difficili e valutare i risultati.

La nuova ruota della Nasa è stata fatta con nichel titanio, una lega molto particolare che possiede eccellenti capacità meccaniche: essa potrà permettere al robottino della Nasa di poter esplorare senza problemi molte più superfici lunari e marziane rispetto ad oggi, inoltre non affonda sui terreni sconnessi.

 


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: