La Opel Kapitan compie 80 anni: la storia di un mito

Pubblicato il: 6 agosto 2018

Nel 1938 nasceva una delle auto che hanno fatto la storia della Opel: in Germania una sfilata per celebrarle.

Era il lontano 1938 quando dalla fabbrica delle Opel uscì la Kapitan, un’auto con scocca integrale in acciaio e un motore 2.5 sei cilindri in linea da 55 cavalli. Si trattava di un’auto molto comoda, un’ammiraglia studiata per andare incontro alle persone che si piazzava tra la Kadett, auto popolare e la top di gamma Admiral, e che avesse inoltre una grande potenza da sfoggiare all’occasione.

Oggi la Opel Kapitan compie 80 anni e per celebrare al meglio questa ricorrenza Opel, nella sua sede di Rüsselsheim, ha organizzato una sfilata con 25 Kapitan in perfette condizioni. L’auto ha segnato un’epoca ed è rimasta in cima alle vendite per circa 30 anni, portando in dote al mercato dell’automotive alcune caratteristiche fondamentali: “La Kapitan è il primo modello nella sua categoria in Germania ad avere un telaio autoportante in acciaio privo struttura a longheroni, un principio strutturale che resta valido ancora oggi” si legge in un comunicato di Opel.

La Kapitan riusciva a toccare i 126 km/h di velocità massima e presentava ammortizzatori di serie e freni idraulici, non proprio le caratteristiche comuni per un’auto degli anni ‘30. E infatti in appena nove mesi furono venduti più di 25mila esemplari e la Opel ottenne un successo clamoroso, interrotto poi solamente dall’arrivo della Seconda guerra Mondiale.

Dal 1949 la Opel Kapitan tornò in produzione e nel 1950 il modello si aggiornò con una nuova versione berlina a quattro porte. Anche l’anno successivo l’auto fu oggetto di un nuovo restyling con un bagagliaio più grande e diverse cromature. La Opel Kapitan cambiò ancora nel 1953 e negli anni ‘60, quando arrivò di nuovo in cima alle vendite in Germania. Nel 1970 la Kapitan uscì di produzione dopo 32 anni di grande successo con quasi 500mila unità vendute. L’erede di quell’auto è oggi la Opel Insignia, che si trova nelle versioni Sports Tourer, Grand Sport, Country Tourer e GSI.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: