Ferrari, Kubica conferma le voci: Guidare la Rossa, sarebbe un sogno”

Pubblicato il: 2 Novembre 2018

Kubica alla Ferrari 2019, il pilota ammette le voci che lo vedono vicino alla vettura della Scuderia Italiana: ecco le parole del driver di Cracovia ai microfoni di Auto Motor und Sport

Mentre per uno dei sedili della Williams comincia a farsi largo anche il nome del messicano Esteban Gutierrez,  Robert Kubica, attuale pilota di riserva della scuderia di Grove, sta continua a cercare altrove consapevole del rischio di rimanere un’altra volta a piedi. In particolare nelle recenti settimane si è fatta sempre più insistente la voce di un ingaggio del polacco da parte del Cavallino.

Un passaggio a Maranello che non sarebbe nulla di sorprendente visto che prima del noto terribile incidente al Rally Ronde di Andora del 6 febbraio 2011 aveva già firmato per il team un pre-accordo per il 2012. “La Ferrari può rappresentare una valida alternativa. Posso anche confermare che ci sono delle discussioni in corso. Se ci fosse anche la minima possibilità di indossare una tuta rossa non sarebbe di certo per un piccolo test. Per quanto mi riguarda sarebbe un sogno che si avvera. C’ero andato vicino una volta, ma a causa di quello che mi era capitato la cosa era sfumata.

 Kubica alla Ferrari 2019, il pilota lancia delle frecciate alla Williams

“Non dico che ce la farò, ma se esiste anche una sola chance ci farò un pensiero“, ha dichiarato ad Auto Motor und Sport con passione. Ovviamente Kubica pur non nascondendo tutto il proprio amore per la Scuderia italiana, il driver di Cracovia ha però ribadito ancora una volta di puntare al suo obiettivo più grande, ovvero tornare a correre a tempo pieno.

“Sarebbe fantastico poter gareggiare nel 2019, ma il mio desiderio è rientrare nel posto giusto. Sinceramente non voglio forzare nulla. La mia promozione deve essere la ricompensa di un lungo viaggio e prevedere un bell’ambiente in cui si lavora con persone valide”, ha dichiarato Kubica lanciando delle frecciatine a Claire Williams e soci. “Non è un mistero che loro siano alla ricerca di un partner da sostituire a Lawrence Stroll e che questo potrebbe influenzare la scelta del pilota. Io potrò dare una mano solo in caso di condivisione dei target”, ha poi concluso.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: