Koenigsegg GEMERA: debutta la prima hypercar da 4 posti con 1700 CV

Pubblicato il: 6 Agosto 2020

Fa davvero effetto sentire che 1700 cavalli possono portare “a spasso” 4 persone. La Gemera sarà presentata al Salon Prive

Il suo propulsore è un ibrido che debutterà ufficialmente tra poco più di un mese in Gran Bretagna. Esattamente il 23 settembre all’evento Salon Prive che si svolge nell’Oxfordshire al Blenheim Palace.

Praticamente la Koenigsegg con la Gemera inventa una categoria nuova: quella delle Mega-GT. Sottolineato anche da Christian von Koenigsegg:

‘…’appartiene a una categoria a sé stante. Oltre ad essere una mega-car, Gemera introduce sul mercato nuove tecnologie intelligenti e rispettose dell’ambiente, come nel caso del sistema di combustione Freevalve CO2 neutral e la propulsione elettrica di nuova generazione a 800 Volt, in combinazione con l’ormai collaudata tecnologia Direct Drive Koenigsegg”.

Nonostante i suoi 4 posti, la Gemera avrà 2 grandi porte che si aprono verso l’alto e dentro i quattro posti sono singoli.

Koenigsegg Gemera

Le prestazioni sono da vera hypercar: 0-100 in 1,9 secondi e la velocità massima (in assenza di limiti) che va oltre i 400 km/h. Questo anche grazie al sistema Koenigsegg Direct Drive (KDD) che riduce le perdite rispetto alle trasmissioni tradizionali o CVT del 3-5%.

Poi vi è l’HydraCoup che converte i 1100 Nm combinati provenienti dal TFG e dal motore elettrico anteriore raddoppiandola fino a 3000 giri. Motivo per cui Koenigsegg Gemera dispone di 3500 Nm di coppia da fermo e che la fa accelerare da 0 a 400 km/h con una sola marcia. La parte elettrica è dotata di una batteria a 800 Volt, situata al cento, da 15 kWh che fornisce 900 kW e permette di viaggiare in modalità EV per 50 km, mentre l’autonomia come ‘ibrido’ raggiunge i 950 km.

Con tutta questa potenza le “scarpe” devono essere di livello. Anteriori le 265/35 R19 Michelin Pilot Sport Cup 2, posteriori le 345/30 ZR20 Michelin Pilot Sport Cup 2.

Pronti a fare un giro su questa Mega GT?


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: