Alonso, niente Montecarlo: lo spagnolo correrà la 500 miglia di Indianapolis

Indycar-Alonso

L’inizio della sua sedicesima stagione in Formula 1, non è stato dei più incoraggianti per Fernando Alonso, due volte campione del mondo, alla guida della sua Mclaren. I limiti evidenti della sua vettura lo hanno costretto sin qui già a due ritiri a Melbourne e Shanghai. Una stagione questa, che appare ancora una volta di transizione per il pilota iberico, ormai rassegnato a star lontano dalla lotta per il titolo iridato.

La McLaren però, sembrerebbe aver fatto un bel regalo all’ex pilota di Ferrari e Renault. La casa di Woking infatti ha annunciato che prenderà ufficialmente parte dopo 38 anni dall’ultima volta, alla prossima 500 miglia di Indianapolis, la celebre e storica corsa statunitense che partirà il prossimo 28 maggio. A guidare la vettura motorizzata con propulsore 2.2 litri V6 Turbo di Honda con telaio Dallara, sarà proprio Fernando Alonso, che vestirà i colori del team Andretti Autosport, scuderia che gestirà la Mclaren durante la corsa.

Alonso realizzerà così uno dei suoi sogni nel cassetto: “Sono  felice di correre la 500 Miglia di Indianapolis con la McLaren, la Honda e la Andretti Autosport. Parliamo di una delle competizioni più famose nel calendario motoristico mondiale, paragonabile solo alla 24 Ore di Le Mans e il GP di Montecarlo. La mia ambizione è  quella di vincere il Triple Crown (conquistare sia il GP di Montecarlo, sia la 500 Miglia di Indy, sia la 24 ore di Le Mans) che è stata conquistata solo da Graham Hill. A Indy andrò senza un obiettivo preciso, ma per fare del mio meglio, imparare e divertirmi: non vado certo per veder girare le auto, ma per competere e cercare di fare il possibile per vincere. È una sfida dura, ma affascinante, e sono pronto ad affrontarla. Non so ancora quando correrò a Le Mans, ma un giorno lo farò: ho solo 35 anni, il tempo non mi manca. Adesso dovrò familiarizzare con la nuova monoposto e inizierò dei test subito dopo il GP di Spagna, il 15 maggio: non ho mai guidato una vettura IndyCar, né ho mai girato su un ovale, ma sono fiducioso di poter imparare in fretta”.

La partecipazione del pilota asturiano alla Indycar priverà il team Mclaren di Formula 1 della sua prima guida. Non è stato ancora deciso chi prenderà il suo posto ma a quanto pare tutti gli indizi sembrano portare a Jenson Button, ritiratosi lo scorso anno dal circus e attuale collaudatore McLaren. A rafforzare le voci un tweet lanciato ieri dal pilota inglese sul suo profilo ufficiale:


Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Commenta

Commenta l'articolo.

avatar

wpDiscuz