MXGP, Herlings campione: arriva il titolo per l’olandese

Pubblicato il: 20 settembre 2018

Herlings campione MXGP, grazie alla doppietta ad Assen assicurandosi matematicamente il suo primo titolo nella classe regina

L’aritmetica lo conferma. Jeffrey Herlings su Ktm, con la sua quattordicesima doppietta stagionale si assicura il titolo in MXGP. Nella gara di casa il pilota olandese ad Assen, vince le due gare aggiornando il suo palmares: adesso insieme ai tre titoli MX2 si aggiunge anche il primo in MXGP. A “The Bullet” (il proiettile soprannome dell’olandese) bastavano solo 5 punti per vincere il titolo, ma davanti al suo pubblico ha voluto dare il massimo strappando due vittorie per conquistare il titolo.
Herlings in gara 1 ha conquistato il primo posto sin dalle prime tornate mettendosi dietro Antonio Cairoli (Ktm), autore dell’holeshot. Al termine del primo round il titolo era già in bacheca tanto che la squadra ha celebrato il successo. Nei festeggiamenti presente anche il boss di Ktm Pit Beirer, con Tony Cairoli che si è congratulato con l’olandese. In gara 2 Herlings mette in mostra una bellissima rimonta dalla quinta piazza del primo giorno al primo posto del giro finale. Anche qui Cairoli secondo al termine del secondo round.

Herlings campione MXGP, arriva il primo titolo nella classe regina per l’olandese

Al secondo anno in MXGP, Herlings è stato protagonista di una stagione sensazionale. Prima il testa a testa con Tony Cairoli, poi la lunga corsa verso la vittoria, con il trionfo nel 4° round in Trentino dove ha conquistato la tabella rossa di leader della generale senza lasciarla mai più. Comando mai lasciato, nemmeno a metà stagione, quando la frattura in allenamento alla clavicola destra, non gli ha permesso di correre il GP di Lombardia a Ottobiano. Con 62 punti di vantaggio su Cairoli, diventati 12 con la doppietta dell’azzurro sulla sabbia del tracciato pavese, l’olandese è andato avanti.
Nei GP indonesiani tutto è cambiato definitivamente. Infatti chi si aspettava un recupero faticoso da parte di Herlings è rimasto deluso, visto il ruolino di marcia dell’olandese è stato incredibile. In sole quattro manche è riuscito ad ottenere ben tre vittorie e un secondo posto. Tutto a suon di doppiette, che gli hanno permetto si aumentare il vantaggio su Cairolisino a vincere il titolo con un gara di anticipo. Una forza e volontà di vincere dovuta anche ad un’altra stagione di altissimo profilo di TC222, unico pilota capace di rendere incerto l’esito del campionato nonostante numerosi infortuni. Nel 2017, anno del nono titolo, l’azzurro aveva chiuso la stagione con una media di 38 punti a gara. Quest’anno viaggia a una media di 41,1 lunghezze a GP. 46,4 quella dell’olandese.

Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: