Formula 1: la Ferrari per Alex Zanardi. Messaggio speciale: “Forza Alex”

Pubblicato il: 1 Luglio 2020

La Scuderia di Maranello comunica che per la ripresa del campionato mondiale di Formula 1 in programma in Austria comparirà uno speciale messaggio di incoraggiamento per Alex Zanardi.

Al RedBull Ring il 5 Luglio le vetture di Sebastian Vettel e Charles Leclerc avranno la scritta “Forza Alex” visibile da entrambi i lati, un messaggio di vicinanza e supporto al campione paralimpico.

Una scelta, così come hanno spiegato dalla casa di Maranello, per mostrare vicinanza e supporto al campione bolognese e a tutte le persone a lui vicine che stanno soffrendo dopo il drammatico incidente.

Questo messaggio sarà accompagnato dall’hashtag che dalle ore successive all’incidente è comparso su tutti i social: #ForzaAlex.

Ad annunciare questa scelta è stata la stessa Scuderia Ferrari in un comunicato ufficiale sul sito Ferrari.

“La Scuderia Ferrari sarà in pista in Austria con un messaggio di supporto ad Alex Zanardi, l’ex pilota automobilistico e campione paralimpico che sta lottando per la vita nell’ospedale di Siena dopo essere rimasto vittima di un terribile incidente lo scorso 19 giugno mentre era a bordo della propria handbike durante una staffetta pensata per avvicinare allo sport persone con disabilità. Lo sticker #ForzaAlex sarà visibile da entrambi i lati del roll hoop.

Importanti poi sono state anche le parole del Team Principal Mattia Binotto. Queste fanno comprendere pienamente quanto sia attesa questa gara in Austria:

“…L’obiettivo è portare in pista i nuovi sviluppi alla terza gara, quella del 19 luglio all’Hungaroring. Detto questo, al di là dello sviluppo fisico della monoposto, in queste settimane abbiamo lavorato tantissimo sull’analisi del suo comportamento, sia nelle simulazioni che con il contributo dei nostri piloti, e penso che ciò ci sarà utile in Austria.”

Forse l’Austria GP sarà un gran premio con protagoniste altre vetture… ma #ForzaAlex brillerà sul Gran Premio del 5 Luglio.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: