Formula 1, GP Ungheria: Vettel e Raikkonen sul podio dietro Hamilton

Pubblicato il: 30 luglio 2018

Le due Ferrari si piazzano seconda e terza ma a vincere, ancora una volta, è l’inglese che allunga in classifica.

Dopo la brutta débâcle subita sul circuito di Hockenheim le Ferrari sono salite sul podio nel GP di Ungheria: dietro al solito Hamilton si sono piazzati prima Vettel e poi Raikkonen. Nella gara dove si è ricordato Sergio Marchionne con un minuto di silenzio prima della partenza, le rosse hanno fatto una buona gara ma nulla hanno potuto contro lo strapotere dell’inglese che ora allunga in classifica con un +24 sul tedesco della Ferrari.

La gara di Budapest è stata piuttosto intensa: Vettel, partito quarto, ha provato in tutti i modi a superare la Mercedes di Bottas ma ci è riuscito solamente a cinque giri dalla fine, quando ormai in pochi pensavano che il tedesco sarebbe riuscito a passarlo. Vettel e Bottas sono anche stati protagonisti di un piccolo incidente con la Mercedes che ha leggermente tamponato la Ferrari che fortunatamente non ha riportato conseguenze: “Il contatto con Bottas? Ero già davanti, quindi sono rimasto piuttosto sorpreso, stavo cercando di frenare e ho sentito il colpo di dietro. Sono stato fortunato che la macchina non si sia rotta e abbiamo potuto proseguire la gara“. Il finlandese ha anche avuto una battaglia serrata con Ricciardo nell’ultimo giro del Gran Premio che gli è costato 10 secondi di penalità e due punti sulla patente così Bottas si è piazzato quinto dietro la Red Bull dell’australiano.

Dopo la gara Vettel ha parlato ai microfoni della gara e della scelta delle gomme: “È stata una gara dura, eravamo un po’ fuori posizione per la velocità che avevamo, avevamo la velocità per stare al passo di Lewis. Partire con le gomme più dure è stata un po’ una sorpresa, ci abbiamo provato, mi sono trovato al terzo posto, ed è stato un po’ complicato capire quando rientrare. Abbiamo avuto un piccolo problema al pit e ci siamo trovati dietro a Valtteri, poi mi sono reso conto che non riuscivo a superarlo da subito, perciò mi sono preso spazio per dare poi tutto negli ultimi dieci giri. Ha funzionato, le sue gomme continuavano a peggiorare, ero fiducioso di superarlo alla fine. Il secondo posto non è quello che volevamo per questo weekend, però è il massimo che potevamo ottenere. Quest’anno la macchina funziona in tutti i circuiti, l’anno scorso è stato più difficile per noi perché la Mercedes era più veloce. Sono sereno ad andare in vacanza. Due Rosse sul podio è un buon risultato, viste le difficoltà che abbiamo avuto in qualifica sotto la pioggia”.

Nel box Mercedes Hamilton è invece raggiante: “Giornata bellissima, pubblico fantastico, davvero un lavoro straordinario. Sapevamo che le Ferrari sarebbero state molto veloci in questo weekend e portare a casa questi punti è sicuramente un bonus per noi”. Dal canto suo Raikkonen, che non ha potuto bere per tutta la gara per un problema con la connessione alla sua bottiglia d’acqua, è apparso deluso: “Il doppio podio è il meglio che potessimo sperare per oggi. Chiaramente è un risultato non ideale. Abbiamo dovuto alzare il piede da l’acceleratore. Dopo la sosta di Bottas non c’era possibilità di superarlo, l’unica opzione era quella di fermarsi di nuovo e poi riprovarci. Almeno una posizione l’abbiamo recuperata. Ma la velocità era ottima, potevamo fare di più. Prendiamoci questi punti e pensiamo alla prossima gara”.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: