Formula 1: al posto delle “ombrelline” arrivano i “Grid Kids”

Pubblicato il: 6 febbraio 2018

Svolta nel Circus: sulla griglia di partenza ci saranno giovani promesse con le loro famiglie.

La notizia della scomparsa delle “ombrelline” era appena di qualche giorno fa, ora arriva un’altra notizia che riguarda il mondo della Formula 1: a rimpiazzare le cosiddette “grid girl” ci saranno i “Grid Kids”, campioni in erba insieme alle proprie famiglie. Un’inversione di tendenza importante, che viene subito dopo le notizie sugli scandali sessuali nel mondo dello spettacolo e in quello dello sport, che hanno fatto letteralmente tremare buona parte dello status quo negli Stati Uniti.

Merito di questa iniziativa è di Liberty Media, nuova proprietaria della Formula 1, che l’anno scorso l’acquistò da Bernie Eccleston, lo storico proprietario. Giovani campioni avranno dunque l’onore di attendere la partenza dei Gran Premi insieme a Hamilton, Vettel e compagni. Il debutto di questo nuovo format è previsto sin dalla prima gara, che si terrà il prossimo 25 marzo all’Albert Park di Melbourne, in Australia.

La decisione di Liberty Media ha scatenato numerose polemiche sia tra gli addetti ai lavori che sui social: lo stesso ex patron Bernie Eccleston si è espresso contro l’addio alle “ombrelline”, sua invenzione, ma a caldeggiare la decisione di Liberty Media è scesa in campo la Federazione Automobilistica Internazionale che ha pubblicamente annunciato la partnership per i “Grid Kids”. Come scritto in un comunicato: “Per rendere la cerimonia pre-gara più rilevante e interessante per i fan, specialmente per i più giovani”. I bambini verranno scelti dai club di motorsport secondo merito o in base ad una lotteria (gara di kart o formule junior) e potranno così stare vicino ai loro idoli prima delle partenze: “La Formula 1 è l’apice dello sport motoristico e il sogno di ogni giovane corridore che gareggia con la serie junior che compone la piramide monoposto della FIA, dal kart fino alla F1” ha affermato Jean Todt, presidente della FIA, “Siamo quindi lieti di portare quel sogno un po’ più vicino dando ai futuri campioni del nostro sport l’opportunità di stare al fianco dei loro eroi sulla griglia in vista della partenza della gara”.

Photo credit: CC 2.0 by Jacopo Werther


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: