Ford Ranger Raptor ST, arriva anche la variante sportiva del fuoristrada?

Pubblicato il: 20 febbraio 2018

A Bangkok è stata svelata la versione estrema del pick-up fornito di 213 CV, ma sono davvero in tanti a chiedere una nuova versione di questo modello: la nuova Ford Ranger Raptor ST

Gli amanti dei pick-up avranno accolto con piacere la notizia che Ford ha deciso di fornire il suo fuoristrada Ranger del pacchetto Raptor, che conferisce al veicolo maggiore potenza, rendendolo davvero estremo. Nato dalle basi del suo fratello maggiore, l’F-150 Raptor e destinato a tutti i mercati dei paesi dell’area Asia-Pacifico, rispetto alla versione standard il nuovo Ranger Raptor vede aumentata  la sua altezza 283 ma anche le sue dimensioni (altra 1.87 m, larga 2.18 e lunga 5.39m) che la rendono davvero forte. A conferirle quell’aspetto da fuoristrada estremo ci pensano anche le protezioni sottoscocca oltre i suoi cerchi da 18” pollici, avvolti dagli pneumatici BF Goodrich nella misura 265/60 R18 pronti ad affrontare ogni strada che si vuole percorrere. Pneumatici che possono essere cambiati con altri marchi per quanto riguarda le gomme anteriori o posteriori del fuoristrada americano.

Potente il motore diesel biturbo da 2.0 litri, capace di erogare 213 cavalli di potenza e ben 500 Nm di coppia massima, il tutto collegato al cambio automatico a 10 rapporti, sviluppato e prodotto grazie alla partnership con GM. Come per l’F-150 Raptor, anche sul Ranger Raptor sono previste diverse modalità di guida come Normal e Sport Mode per l’utilizzo su strada, mentre in caso di uscite off-road si può scegliere tra Grass/Gravel/Snow Mode, Mud/Sand Mode e Rock Mode. Occhio alla particolare modalità di guida Baja – il cui nome si rifà al Baja Desert Rally – pensata e ottimizzata per aumentare le uscite fuoristrada ad alta velocità.

Ford Ranger Raptor ST, arriverà una versione ancora più estrema?

Guardando i dati tecnici della Ford Ranger Raptor, è impossibile non dire che questo fuoristrada ha qualità estreme. C’è qualcuno che però vuole ancora di più dalla Ford. Infatti prendendo come base quest’ultimo lavoro fatto dall’azienda dall’ovale blu, ci si chiede perché non legare il tutto con il motore già visto su altri modello, ossia quel quattro cilindri turbo da 2,3 litri, variante della Ford Mustang EcoBoost e Ford Focus RS. A questo motore si può legare tranquillamente il cambio manuale – lasciando da parte quello automatico a 10 rapporti –  visto sui diversi modelli come Fiesta ST, Focus ST e Focus RS per aumentare il divertimento.

Quindi è chiaro quello che cercano molti americani, ossia un Ranger che può legarsi alla linea ST. Come? Con una trazione posteriore e un differenziale a slittamento limitato che lo porterà a differenziarsi con l’attuale Ranger. Accorgimenti estetici, come una griglia anteriore che le conferisce un aspetto ancora più cattivo. Una mossa quella di legarsi alla linea ST, che porterebbe la casa americana ad espandersi con la sua variante sportiva, a colpire per le sue prestazioni, seppur inferiori alla versione Raptor presentata nelle passate settimane.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: