Ford punta sulla guida autonoma: il primo veicolo debutterà nel 2021

Pubblicato il: 20 agosto 2018

Ford guida autonoma 2021 vedrà le auto senza conducente: la casa americana ha svelato il suo piano per tutte le vettura che si guidano da sole

La guida autonoma rappresenta uno dei temi più trattati odiernamente nel mondo dell’auto di nuova generazione.  Diverse, infatti, sono le case stanno lavorando a progetti più o meno avanzati su questo argomento. Oggi è il turno di Ford, che punta alla tecnologia driverless e sviluppa un piano per creare auto a guida autonoma. Nel “A Matter of Trust” (letteralmente “Una questione di fiducia”), il report di 44 pagine diffuso dalla Casa dell’Ovale Blu, è svelato il piano per le auto senza conducente. Queste con buone probabilità debutteranno a partire dal 2021. Stando al report tali veicoli saranno primariamente impiegati nei servizi di mobilità o nella consegna delle merci.

Si tratta di un settore nel quale Ford ritiene che le autovetture in specie possano essere sfruttate al massimo delle loro potenzialità. Tutto questo offrendo al contempo straordinari vantaggi soprattutto se rapportati in termini di efficienza a quelli guidati da esseri umani. “Ford ha compiuto incredibili passi in avanti per quanto riguarda la value chain della guida autonoma. Sul fronte dello sviluppo tecnologico e sull’applicabilità di un business model innovativo finalizzato all’esperienza dell’utente. È il momento giusto per consolidare la nostra piattaforma self-driving in un team, così da meglio posizionare il business in vista delle opportunità che andranno a crearsi”, queste le parole di  di Jim Hackett da poco più di un anno CEO del gruppo, successore di Mark Fields.

Ford guida autonoma 2021, il futuro è ormai alle porte

L’Ovale Blu è pronto, circa quattro miliardi di dollari è l’investimento totale destinato al progetto Autonomous Vehicles, da qui al 2023. Un quarto della cifra andrà a coprire costi legati allo sviluppo e alla crescita di Argo AI, startup fondata nel 2017 da due ingegneri provenienti da Google (Bryan Salesky, oggi CEO) e da Uber (Peter Rander, oggi COO). Questa è nata per raggiungere lungimiranti obiettivi nel campo dell’intelligenza artificiale a bordo delle autovetture. La prima auto autonoma di casa Ford sarà progettata per funzionare “senza volante, pedale dell’acceleratore ed il pedale del freno”, avrà un propulsore ibrido (onde contenere i costi di gestione).

Il veicolo, però, avrà l’autonomia di livello 4, cioè non quella completa, una scelta coerente con la destinazione che Ford ha immaginato primariamente per tali autovetture. Inizialmente opereranno in areee specificatamente definite di una città e solo quandole condizioni climatiche siano sufficientemente consone a garantire che i sensori funzionino correttamente. E’ probabile dunque, almeno inizialmente, che i veicoli avranno una percorrenza limitata. Grazie al teaser rilasciato da Ford, dove si vede il veicolo coperto da un telo bianco, si può notare sul tetto uno scanner di grandi dimensioni. Non sono noti ulteriori dettagli, per i quali è inevitabile attendere il debutto.

 


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: