Ferrari Monza SP: svelata la nuova ‘barchetta’ del Cavallino

Pubblicato il: 19 settembre 2018

La nuova Ferrari Monza SP è stata presentata durante un evento dedicato a venditori e clienti della casa del Cavallino Rampante

Arriva un nuovo modello nella gamma delle vetture del Cavallino Rampante. In occasione di una serata riservata ad una cerchia ristretta di clienti e venditori, la Ferrari ha presentato la nuova ‘barchetta’ un’estrema sportiva senza tetto e soprattutto parabrezza. Questo infatti porterà il pilota di guidarla solo con il casco. Nome ancora da scegliere, ma secondo le prime informazioni dovrebbe essere Ferrari Monza SP1 e SP2, in base al numero di sedili presenti: uno o due sedili.

La carrozzeria prende ispirazione dalla Ferrari 812 Superfast ma anche dalla Ferrari 750 Monza nata nel 1955. Quest’ultima infatti era una vettura da corsa che in assenza del tetto portava il pilota ad essere calato nella cabina di guida. Per il momento non si conoscono le specifiche tecniche. Possibile quindi che la casa automobilistica decida di non rilasciare informazioni ufficiali sui nuovi modelli unici, sino a quando la diffusione non è pronta.

Ferrari Monza SP, veloce e stilosa la nuova ‘barchetta’

Come detto guardando quelle che sono le modifiche esterne apportate all’812, anche il powertrain ha probabilmente ricevuto anche degli aggiornamenti. Possibile infatti che anche il motore dell’812, ossia il V12 da 6,5 ​​litri capace di sviluppare ben 789 cavalli (circa 588 kilowatt) e 718 Newton-metri di coppia -accelerazione da 0 a 100 km/h in 2,9 secondi e velocità massima di 340 km/h – possa subire delle modifice.

L’interno è molto essenziale e ha tutti i comandi a portata di mano. La fibra di carbonio circonda i vani del guidatore e del passeggero, che appaiono separati sulla SP2. Un volante e un enorme contagiri Ferrari giallo completano le dotazioni interne, almeno da quello che possiamo vedere. Imbragatura per le spalle e sedili da corsa completano il design, con il sedile in pelle marrone della SP1 che sembra eccezionale.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: