Ferrari 365 GTB, il regalo d’amore di Chinetti alla sua adorata moglie

Pubblicato il: 16 maggio 2018

Si tratta della Ferrari 365 GTB/4 Daytona che l’importatore delle Rosse in USA, Luigi Chinetti fece modificare dallo stilista Michelotti

Come queste ve ne sono solo tre al mondo. Si tratta della Ferrari 365 GTB / 4 NART Spyder del 1971 che Luigi Chinetti, uno storico importatore Ferrari in Usa (persona che ha messo lo zampino in molte spider della casa italiana) decise di dare in regalo a sua moglie Marion. Con l’aiuto del carrozziere Michelotti che realizzò ogni per piacere a Marion. Un pegno d’amore che però oggi la Hyman Ltd. Classic Cars di St. Louis, Missouri USA, ha deciso di mettere in vendita per una cifra vicina ai 995 mila dollari: condizioni originali e nessun restauro.

Si tratta non solo del regalo per Marion, ma anche l’auto da una storia incredibile. Prima di tre NART Daytona Spyders messe su strada dal Cavallino Rampante, la particolare storia parte dal 1971 quando. In quell’anno venne consegnata come 365 GTB / 4 Daytona standard alla Dr. Silva, attraverso l’auto dello showroom di Chinetti a Greenwich. Nel 1975 dopo solo quattro anni, questa ritornò nelle mani di Chinetti, forse per un tagliando. Anziché rivendere l’auto, l’importatore italiano, decise di spedire la vettura ad altre due Daytona, nei laboratori di Giovanni Michelotti, realizzando una particolare NART Le Mans.

Ferrari 365 GTB/4 Daytona, la personalizzazione di Chinetti

Con lo stesso mascherone in legno, anche se ognuna presentava delle finiture e dettagli diversi, vennero modificate le tre Daytona NART. Alluminio e fibra di vetro per la carrozzeria che si presenta con quella forma spigolosissima molto in voga negli anni ’70. Motore, cambio e telaio invece sono quelli originali della Daytona. Personalizzata come voleva la signora, la Nart venne regalata nel 1977 Marion Chinetti: rifinitura in blu scuro con paraurti più chiari, color arancione per la pelle degli interni ed una una livrea che conserva ancora oggi. La signora Marion ci girò per appena 1500 miglia.

Esposta allo stand Michelotti al Motor Show di Torino nel 1980, prima della Musée des 24 Heures du Mans dove rimase sino al 1982, anno in cui scomparse la signora Chinetti, la super Ferrari blu venne acquistata da un rivenditore di auto d’epoca di Los Angeles, Marty Yacobian nel 1985. Questo acquirente decise di mantenere l’auto nella sua collezione personale prima di cederla ad un noto venditore e collezionista. Fu Marv Tonkin di Portland. Un nuovo passaggio nel 1991, quando la Michelotti Daytona appartenuta alla sig.ra Chinetti approdò nella famosa collezione Jon Shirley a Washington, sino ad oggi. Chissà che il nuovo acquirente non decida di regalare questa particolare vettura come fece il sig. Chinetti con la sua Marion.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: