F1 GP Russia: Trionfa Hamilton grazie all’aiuto di Bottas

Pubblicato il: 1 ottobre 2018

F1 GP Russia ordine di arrivo che vede primo l’inglese anche grazie all’ordine di scuderia con il compagno di squadra: terzo Vettel con la Ferrari

Una domenica difficile per la Mercedes. Nonostante la vittoria gli umori per le frecce d’argento non possono essere che tristi, sia per Lewis Hamilton vincitore nel GP di Russia al suo ottavo successo stagionale, e Bottas secondo in classifica. Terzo dietro le due Mercedes c’è Vettel con una Ferrari ch trova la giusta strategia ma soffre un po’ dal punto di vista del ritmo di gara. Decisivo il sorpasso ai danni del tedesco di Hamilton, per la vittoria finale dell’inglese

A caratterizzare un umore triste e momenti di nervosismo in casa Mercedes è l’ordine di scuderia partito dal muretto delle Frecce d’argento. Wolff chiede a Bottas di lasciar passare Hamilton. Il finlandese che a malincuore sposa la causa del team rinunciando così al primo posto in classifica. Hamilton con questa vittoria si porta a +50 su Vettel in classifica generale, ma sa che la gara di Sochi non è utile da festeggiare. In classifica dietro i primi tre arrivano rispettivamente RaikkonenVerstappen – che nel giorno del suo compleanno, si diverte e far divertire a suon di sorpassi – Ricciardo, Leclerc, Magnussen, Ocon e Perez.

F1 GP Russia ordine di arrivo, il sorpasso e l’ordine di Scuderia

Bottas che parte dalla pole mantiene la posizione, mentre Vettel attacca Hamilton al secondo posto, che gli è subito addosso. L’inglese attacca il compagno di box ma è costretto a rimanere alle sue spalle. Chi invece sfrutta al massimo la partenza è Max Verstappen, che alla fine del primo giro è già risalito dalla penultima alla 12esima posizione. Primo giroche vede entrambe le Toro Rosso, con Gasly e Hartley che si ritireranno a pochi giri dal via. Al giro 2 Bottas è in testa davanti a Hamilton, Vettel, Raikkonen, poi uno strepitoso Leclerc che supera Magnussen e Ocon, Perez, Grosjean ed Ericsson.

Bottas anticipa il pit stop al giro 12, ma l’undercut di Vettel, al giro successivo porta la Ferrari a conquistare un po’ di terreno. Hamilton rientra una tornata dopo. Il britannico all’uscita della pit lane trova Vettel. Ruota a ruota ma in curva 2 è il tedesco ad avere la meglio e sfilare davanti alla Mercedes dell’inglese. Solo in curva 4 dopo un bel duello Hamilton riesce a mettere a segno il sorpasso decisivo. Gara che prosegue tranquilla e che al giro 25 regala il “colpo di scena”. Bottas fa passare Hamilton in modo plateale. Hamilton soffre un po’ di blistering, ma corre per prendere Verstappen che ne frattempo è leader della gara.

F1 GP Russia ordine di arrivo, Wolff parla con Bottas

Al giro 43 Verstappen leader della gara, si ferma e monta a sua volta le ultrasoft. Una sosta che permette ad Hamilton di proseguire e di raggiungere la sua gara davanti al resto del gruppo. Con il passare delle tornate l’inglese è sempre più leader davanti a Bottas, Vettel, conquistando un margine di 1.7 secondi dal finlandese.

Seguono poi Kimi, Verstappen, Ricciardo, Leclerc, Magnussen, Ocon e Perez. Altro colpo di scena a soli tre giri dalla fine. Bottas secondo in classifica parla con il muretto Mercedes, chiedendo se la gara finirà in questo modo, ossia Hamilton primo e lui in seconda posizione. Chiara richiesta di permesso di di vincere o meno la gara. Risposta negativa dal muretto Mercedes, con Wolff che a fine gara parlerà con il finlandese dicendo: “E’ stata una giornata difficile per tutti, ne parleremo dopo la gara”. Ordine di scuderia eseguito con Hamilton che non festeggia, Bottas non si complimenta con l’inglese e Vettel che arriva terzo, a 50 punti di distanza dal britannico.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: