Euro F3, Mick Schumacher è il re del Nurburgring!

Pubblicato il: 12 settembre 2018

Euro F3 Mick Schumacher Nurburgring che vede il figlio di Michael vincere tutte le gare sul tracciato di casa: adesso la Formula Uno è un po’ più vicina

Buon sangue non mente e forse l’aria di casa è servita a tirare fuori gli artigli. Partito un po’ in sordina, adesso Mick Schumacher sembra aver dimostrato a tutti che è pronto per il grande salto. Nello speciale appuntamento del Nurburgring della Formula 3 europea, il giovane figlio di Michael, ha sfoggiato tutto il suo talento, vincendo tutte le gare dell’appuntamento tedesco. Prestazioni che forse hanno convinto qualcuno al grande salto in Formula Uno.

In Gara 1 partendo alle spalle del russo Robert Shvartzman, il figlio del grande Michael, ha subito trovato il sorpasso utile conquistando subito la testa della gara. Un primo posto nella prima manche, che corona anche l’ottimo lavoro dell’intero fine settimana. Infatti il tedesco oltre alla gara ha dominato il sabato mattina, replicato nelle due sessioni di qualifica piazzandosi in prima fila per la gara della domenica.

Euro F3 Mick Schumacher Nurburgring, primo posto anche in Gara 2 e Gara 3

Non solo Gara 1. Anche in Gara 2 – qui forte la presenza di ben due Safety Car – il 19enne tedesco ha subito messo in chiaro le cose. Nonostante il piccolo intoppo, con la concentrazione vista e assorbita da papà Michael, Mick è rimasto al vertice della gara senza subire troppe pressioni da parte degli avversari alle spalle. Taglio del traguardo al primo posto, con un margine da 3″2 sul russo Shvartzman. Il discorso non cambia nemmeno in Gara 3.
Anche qui Schumacher Jr. ha tramutato in vittoria la pole position guadagnata in classifica. Come per Gara 2 alle spalle del giovane tedesco si è piazzato il russo Shvartzman, mentre al terzo posto è arrivato Palou. Con la vittoria in Gara 2 a Spa, Gara 2 a Silverstone e Gara 1 a Misano, Mick Schumacher ha accorciato le distanze in classifica generale da Daniel Ticktum. Per il 19enne ora il primo posto dista solo 3 punti. Secondo con 261 lunghezze per il tedesco contro le 264 del britannico della Motopark. Piccolissima distanza che può essere colmata, ripetendo le buone prestazioni nelle ultime due tappe del mondiale.

Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: