eCall sulle auto: dal 31 marzo diventa obbligatorio

Il dispositivo di sicurezza elettronico in grado di chiamare i soccorsi dovrà essere montato su tutte le auto nuove.

La tecnologia è un validissimo alleato per gli automobilisti e per la sicurezza stradale: airbag in ogni dove, navigatori sempre più intelligenti, sistemi di monitoraggio della pressione degli pneumatici sono solo alcune delle ultime dotazioni delle auto nuove. Dal 31 marzo 2018, per tutte le auto e i veicoli commerciali di nuova produzione, una nuova normativa europea rende obbligatorio un nuovo rivoluzionario dispositivo a bordo: l’eCall. Si tratta di un sistema di sicurezza elettronico intelligente in grado di chiamare i soccorsi e segnalare con esattezza la posizione del veicolo in caso di incidenti. L’eCall riesce anche a capire se gli occupanti del veicolo abbiano perso o meno conoscenza, chiamando in totale autonomia il 112 per chiedere aiuto. Il dispositivo dispone anche di un pratico pulsante che può essere premuto dal conducente o da un passeggero dell’auto in caso di sinistro per chiamare i soccorsi.

Secondo la normativa europea l’eCall deve essere in grado non solo di chiamare i soccorsi, segnalare la posizione e capire se il conducente è in stato di incoscienza, ma deve anche indicare il tipo di operazione di soccorso richiesta, il tipo di veicolo coinvolto, che tipo di carburante viene utilizzato, il numero dei passeggeri, il funzionamento degli airbag e la direzione del viaggio, caratteristica questa molto importante quando si viaggia in autostrada o su carreggiate divise da guard rail.

Con l’eCall la richiesta di soccorso arriva immediatamente ai centri di emergenza che si adoperano velocemente per effettuare l’intervento. Secondo i dati dell’Unione Europea l’arrivo dell’eCall su tutte le auto di nuova produzione potrebbe ridurre del 10% il numero di morti sulle strade, il che significherebbe salvare la vita a circa 2.500 persone ogni anno.


Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

TAG: