Ducati Panigale V4, il primo 4 cilindri della casa italiana

Arriva la nuova Ducati con un 1.1 4 cilindri a V da 226 cavalli di potenza.

Grandi novità in casa Ducati: la casa bolognese ha infatti presentato la sua nuova moto, la Panigale V4, la prima che monta un 4 cilindri della storia. Si tratta di una due ruote che ha molto da condividere con la Desmosedici GP e non poteva essere altrimenti visto che il team di sviluppo ha collaborato a stretto braccio proprio con Ducati Corse, utilizzando buona parte delle tecnologie che la moto italiana utilizza nel campionato di MotoGP.

La nuova Ducati V4 segue le linee e lo stile della “saga” Panigale, in particolare quello della L2 che ha avuto un grande successo di pubblico. Si notano le prese d’aria più grandi, il serbatoio notevolmente sagomato e compatto e silenziatori maggiorati. Ma è nel motore che i tecnici Ducati si sono concentrati per donare alla nuova moto uno spirito aggressivo e da corsa: il V4 da 1.103 cm³ eroga 214 cavalli, che possono essere aumentati a 226 se si sceglie lo scarico Akrapovic in titanio. Il telaio utilizza materiali leggeri che permettono di abbassare il peso complessivo: 195 kg per la versione “S” e 194 kg per quella Speciale, per un rapporto peso potenza/peso di 1,1 cv/kg.

La nuova V4 si declina in 3 versioni: oltre quella base vi sono la V4 S e la V4 Speciale: la prima è dotata di sospensioni Öhlins e sistema Smart EC 2.0, batteria agli ioni di litio, mentre la seconda, prodotta in serie limitata in soli 1.500 esemplari, presenta una livrea unica con componenti esclusive, come i cerchi in magnesio e gli scarichi in titanio. Dal punto di vista dell’elettronica c’è solo il meglio a disposizione: sistemi di sicurezza di ultima generazione, tra i tanti derapata controllata in frenata, ABS cornering, Quickshift Up & Down. I diversi controlli possono essere declinati nelle tre Riding Mode: Race, Sport e Street.

Di seguito un video della nuova Ducati Panigale 4V.

 


Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

TAG: