Dovizioso vuole rialzare la testa: “Siamo competitivi ma ci manca qualcosa”

Pubblicato il: 16 luglio 2018

L’italiano della Ducati sta soffrendo oltre il dovuto e perde terreno nei confronti di Marquez: “La lotta era tra me e lui l’anno scorso mentre oggi sono sei i piloti in corsa”.

L’avevamo lasciato lo scorso anno con un secondo posto al mondiale che sapeva tanto di amarezza, una stagione incredibile che si è conclusa solo all’ultima gara con la vittoria di Marquez, obiettivamente un talento incredibile, e la delusione di un sogno inseguito fino all’ultima curva. Oggi il mondiale di Andrea Dovizioso è decisamente diverso e dopo la gara del Sachsenring il campione di Forlì è al quarto posto con 88 punti, 77 in meno di Marquez che guida la classifica davanti a Rossi e Vinales.

Dovizioso non nasconde un po’ di amarezza dopo essere uscito dai primi cinque del GP di Germania: “ Nulla di nuovo, su questa pista non ho mai fatto grandi risultati, abbiamo preso troppi secondi e dobbiamo migliorare”. Dovizioso però vuole subito rialzare la testa e si augura di tornare immediatamente competitivo: “Ci sta, sono abbastanza contento dei miglioramenti di questa stagione ma manca ancora qualche cosa come la gestione della gomma”.

Il pilota Ducati fa poi un’analisi della sua attuale stagione comparata a quella precedente: “Un po’ strano quest’anno, credo che siamo più competitivi della scorsa stagione. Siamo veloci in tutte le piste, cosa che nel 2017 non succedeva. Ma non siamo riusciti a portare a casa tutti i punti per gli zeri mentre Marquez raccoglie il massimo […] La lotta era tra me e lui l’anno scorso mentre oggi sono sei i piloti in corsa”.

Chi vincerà il motomondiale quest’anno? Il solito Marquez, la Yamaha di Rossi o Vinales o le Ducati di Dovizioso o Lorenzo?


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: