Controllo pneumatici revisione, ecco le verifiche da effettuare alle gomme

convergenza-gomme

Pubblicato il: 20 Marzo 2019

Per viaggiare sicuri è necessario avere sempre una vettura in ottime condizioni. Per questo motivo è sempre meglio effettuare una revisione auto.

Controllo pneumatici revisione, ecco i nostri consigli

La revisione auto, si tratta infatti di uno dei controlli più importanti per la nostra auto. È un obbligo stabilito dalla legge che certifica che il nostro veicolo è sicuro, si trova in un buon stato di manutenzione e che rispetti anche norme sull’inquinamento.

Nella revisione della vettura, rientra anche il controllo degli pneumatici. Per evitare possibili bocciature e sanzioni ecco qual’è il controllo pneumatici nella revisione. La prima cosa da controllare è la corrispondenza delle gomme montate con quelle previste sulla carta di circolazione.

Gli pneumatici che devono essere sono montati sul vostro veicolo, doveono avere la stessa misura che è riportata nella terza pagina della carta di circolazione. Anche l’indice di carico e il codice di velocità (W) devono essere uguali o superiori a quelli scritti sulla carta.

Unica eccezione è ammessa nella stagione invernale (dal 15 novembre al 15 aprile con un mese di tolleranza per il montaggio e lo smontaggio, quindi dal 15 ottobre al 15 maggio). In questo caso il Codice di Velocità degli pneumatici invernali M+S, può arrivare alla lettera Q (pari ad una V max 160 km/h)

Controllo pneumatici revisione, lo spessore del battistrada

Altro elemento da non sottovalutare è lo spessore del battistrada. Il limite legale di profondità del battistrada dev’essere di 1,6mm per le auto, 1mm per le moto e 0,5mm per i ciclomotori. Quando lo spessore inferiore a queste misure, il veicolo in fase di revisione verrà bocciato. Questo comporterà una ripetizione della revisione entro un mese, dove dovranno essere sostituiti gli pneumatici.

Un ausilio al controllo della profondità del battistrada ci viene dal TWI (Tread Wear Indicator), quella piccola tacca che si vede sul fondo dei canali del battistrada.In caso del raggiungimento del limite di consumo (oppure anche in caso di raggiungimento del consumo del battistrada ritenuto pericoloso dal costruttore), l’analisi della gomma porta a vedere un risultato simile a quello in figura. Inoltre, il controllo delle gomme che viene eseguito normalmente su almeno tre punti attraverso la larghezza del lo pneumatico e in tre diverse posizioni, per verificare il consumo regolare della stessa.

Controllo pneumatici revisione, lo stato dello pneumatico

Un altro controllo importante che viene eseguito riguarda lo stato dei fianchi dello pneumatico, che non devono presentare tagli, screpolature, rigonfiamenti, che ne vanno a pregiudicare le caratteristiche e potrebbero portare fino allo scoppio quando uno meno se lo aspetta, con grave pericolo per gli occupanti e per coloro che sono vicini al mezzo.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: