Come riconoscere gomme estive: tutte le informazioni necessarie

Pubblicato il: 13 Marzo 2019

L’inverno si appresta a salutarci. Ancora qualche settimana e il bel tempo (almeno si spera) tornerà a caratterizzare le nostre giornate. Proprio in queste settimane sarà il tempo del cambio gomme, da quelle invernali a quelle estive. Come riconoscere gomme estive da quelle invernali o quattro stagioni. Lo spiegheremo in questo articolo.

Come riconoscere gomme estive

Dal prossimo aprile, ci sarà il cambio gomme, dal quale si passerà da qulle termiche agli pneumatici estivi. Cambio che avverrà ovviamente in date diverse a secondo delle località dove quest’appuntamento potrà essere anticipato o posticipato, in base alle condizioni climatiche.

Da aprile sino al prossimo maggio, scatterà invece l’ordinanza ministeriale che entro un mese di tempo consentirà agli automobilisti di cambiare gli pneumatici invernali con quelli estivi, evitando così di incorrere in possibili sanzioni in caso di un fermo stradale da parte della Polizia.

Come riconoscere gomme estive

Come già spiegato nei nostri precedenti articoli sugli pneumatici invernali, quest’ultimi dotati di dicitura M+S sulla spalla, con indice di  velocità uguale o superiore a quello indicato sul libretto del vostro veicolo, possono rimanere montati tutto l’anno.

Solo le gomme termiche  con indice di velocità inferiore a quello indicato sul libretto devono obbligatoriamente essere sostituite nel periodo che va dal 16 aprile al 15 novembre (data cambio gomme invernale) con gli pneumatici estivi. A tal proposito possiamo ricordarvi che l’indice di velocità è contrassegnato dall’ultima lettera che compare accanto alle misure dei vostri pneumatici.

Per rinfrescarci la memoria ecco di seguito l’ elenco degli indici in vigore:

• L fino a 120 km/h
• M fino a 130 km/h
• N fino a 140 km/h
• P fino a 150 km/h
• Q fino a 160 km/h
• R fino a 170 km/h
• S fino a 180 km/h
• T fino a 190 km/h
• H fino a 210 km/h
• V fino a 240 km/h
• W fino a 270 km/h
• Y fino a 300 km/h
• ZR oltre i 240 km/h

Non considerare questo importantissimo dettaglio può contribuire a  dover pagare delle sgradevoli multe!!

Come riconoscere gomme estive: ecco alcuni elementi

Ovviamente le gomme termiche e quelle estive si differenziano in alcuni punti. Ecco quali sono:

mescola. Rispetto agli pneumatici invernali, quelli estivi si differenziano presentano una mescola totalmente diversa. I primi sono dotati di un tipo di mescola più morbida capaci di affrontare strade bagnate e anche con tanta neve e rendere tanto con temperature al di sotto dei 7°C. I secondi invece nascono con l’obiettivo di girare con un clima generalmente asciutto e scarsi fenomeni di piovosità e per questo nascono con una mescola molto più dura. Questa permette a questi tipi di pneumatici di resistere alle alte temperature.

La seconta differenza è il tipo della scalanature del battistrada. Mentre in quelli invernali ci sono migliaia di scanalature molto sottili chiamati “sipes“. Oltre ad assicurare il giusto drenaggio dell’acqua ed evitare il rischio di aquaplaning, fanno anche presa nella neve, nel fango e nel ghiaccio. Il battistrada degli pneumatici estivi, invece vede delle scanalature longitudinali capaci di raccogliere l’acqua, e da scanalature trasversali con il compito di espellerla (diminuisce il rischio di aquaplaning), degli acquazzoni estivi.

Come riconoscere gomme estive: i vantaggi degli pneumatici estivi

Montare pneumatici estivi durante il periodo primavera- estate equivale ad avere diversi vantaggi in vista dell’innalzamento delle temperature:

  • Guida precisa su fondo asciutto

Le gomme estive permettono di avere maggiore stabilità e precisione su manto stradale asciutto, grazie al battistrada più rigido.

  • Guida efficace su fondo bagnato

Con uno pneumatico estivo dal battistrada profondo la guida su fondo stradale bagnato risulta efficace, poiché funziona bene il drenaggio e quindi si riduce notevolmente il rischio di aquaplaning. Questi però non solo i soli vantaggi. Infatti montare gomme estive, nel periodo di bel tempo assicura: minor consumo di carburante, minor livello di rumorosità, minore consumo del battistrada e un minore spazio di frenata. Quindi utilizzare gli pneumatici estivi nel periodo giusto assicura un vantaggio non solo in termini di prestazioni ma anche al nostro portafoglio.


Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

TAG: